BORGHETTI (PD): “MONTI NON SA NEMMENO COSA FA LA SUA STESSA COMPAGINE DI GOVERNO IN REGIONE LOMBARDIA”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

MILANO – “È veramente incredibile la dichiarazione del vicepresidente della Commissione Territorio, Andrea Monti, che sostiene che le emissioni delle automobili non sono una componente decisiva sull’inquinamento e che tutto il mondo sta sbagliando strategia scegliendo di passare dai carburanti fossili all’elettrico. Dimostra, così, oltre tutto, di non sapere nemmeno cosa fa la stessa Regione Lombardia e la sua compagine di governo regionale”, è esterrefatto Carlo Borghetti, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione Ambiente, oltre che vicepresidente d’Aula, dopo aver letto le parole dell’esponente leghista a proposito dell’inquinamento atmosferico.

“Avremmo capito se avesse parlato della necessità di prendersi cura di tutte le fonti inquinanti o del fatto che sia necessario passare maggiormente al trasporto pubblico – prosegue Borghetti –. Nessuno ha mai sostenuto che non ci sia un problema sull’efficientamento energetico delle nostre case e dei nostri impianti di riscaldamento, che è poi quello che sta incentivando il Governo con il bonus 110%. Come nessuno ha mai messo in discussione il fatto che i livelli di inquinamento prodotti dalle emissioni in agricoltura, e che incidono sulla composizione del particolato atmosferico, non sono più sostenibili. Però c’è anche il traffico veicolare che deve mostrare la stessa capacità innovativa degli altri settori”.

Al consigliere dem e ai suoi colleghi di Commissione sorge, perciò, spontaneo un dubbio: “Forse Monti non sa che tutte le strade vanno percorse, così come prevede anche il Piano Energia ambiente e clima di Regione Lombardia. Gli chiediamo fin da ora di confrontarsi con il suo assessore all’Ambiente Cattaneo che sta per far uscire un bando regionale per l’acquisto di vetture elettriche. E ciò nonostante la ‘netta’ contrarietà di Monti”, ironizza il vicepresidente.

Ribadendo, nel contempo, il sostegno del Gruppo regionale del Pd alle politiche per la mobilità sostenibile del Comune di Milano, Borghetti fa notare ancora a Monti che il cambiamento è voluto “dal suo assessore all’Ambiente, quindi da Regione Lombardia, dal Governo nazionale, dall’Europa e persino dagli stessi Stati Uniti, visto che una delle prime azioni del neo presidente Biden è stata quella di rientrare negli Accordi di Parigi sul clima. Quindi, bando alle polemiche sterili e andiamo tutti nella direzione di un abbattimento delle fonti inquinanti, visto che siamo una delle zone peggiori d’Europa”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Più semplice accedere a superbonus 110% Approvato il provvedimento per

Daniela Sbrollini non deflette. La senatrice vicentina di Italia Viva

Palermo esprime solidarietà ai compagni di Potere al Popolo –

L’altezza residua del nuraghe Santu Antine è di 17,5 metri

“E’ un bilancio drammatico, vento superiore ai 150 chilometri all’ora,

Secondo dati forniti questa mattina dall’Inps circa 3.300.000 cittadini percepiscono

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.