Coprifuoco Italia, Salvini lancia il sito per dire ‘no’

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
salvini

Coprifuoco Italia, Salvini in una diretta social lancia un sito per combattere

Questo pregiudizio per cui qualcuno vede solo rosso, per ideologia vede solo rosso. Oggi è il 25 aprile: parliamo di libertà”. “legaonline.it/nocoprifuoco, questo l’indirizzo, in meno di un’ora ha già ”oltre tremila adesioni”. ‘Almeno in quelle città dove la situazione è sotto controllo, diciamo no coprifuoco, no vincoli, no chiusure, no restrizioni. Nome, cognome e un click per dire no al coprifuoco”, spiega il leader della Lega. “Il coprifuoco fino a luglio non ha nessun senso, nemmeno fino a maggio”, se sul sito alla fine ”saremo un milione” possiamo essere “liberi”, dice Salvini.

“E’ ancora troppo poco, gli italiani hanno dimostrato enorme pazienza ma adesso penso sia giusto restituire questa fiducia”, “le aperture di lunedì 26 aprile non bastano, non sono sufficienti, gli italiani chiedono di tornare al lavoro, con prudenza però tornare al lavoro”. “Oggi in bici al parco con mia figlia, ho dato da mangiare ai miei due figlioli, ora risistemo un po’ casa e faccio un solitario alle carte…poi domani è un altro giorno speriamo che inizi il conto alla rovescia per tornare a vivere”. “La battaglia per la libertà la voglio vincere”, rimarca il leader della Lega. “Qualcuno mi chiede cosa farò se mia figlia fosse lesbica…le vorrò bene, ha otto anni… Ognuno ama chi vuole, fa l’amore con chi vuole”, ognuno “fa le sue scelte” e nessuno può essere discriminato per questo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

tajani

“’Ringrazio il Gruppo PPE e tutti i colleghi che con

La falce e martello incrociati sono il simbolo dell’unità delle

Già nella scorsa legislatura il Movimento 5 Stelle denunciava la

GRANDE ATTESA PER IL TEST MATCH CHE CARATTERIZZA L’UNDICESIMA EDIZIONE

ronzulli

Le riaperture mirate dal 26 aprile dovranno costituire un banco

meluzzi

Una complicità che andrà indagata, di molti tribunali e di

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.