Covid, parte da Genova l’uso dei nuovi test con risultato in 3 minuti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
toti

GENOVA – La Asl 3 genovese sarà la prima azienda locale in Italia a utilizzare dalle prossime settimane i nuovi tamponi antigenici ultrarapidi in grado di individuare la positività al covid in 3 minuti con un affidabilità del 97-98%, prodotti dalla multinazionale coreana Seegene e sperimentati con successo all’ospedale San Martino di Genova. Lo hanno annunciato il governatore ligure Giovanni Toti, il responsabile del dipartimento di Igiene del policlinico San Martino Giancarlo Icardi, il direttore Asl 3 Luigi Bottaro, il responsabile Prevenzione di Alisa Filippo Ansaldi e l’ad di Arrow Diagnostics, filiale italiana di Seegene, Gian Luigi Mascarino.

“Questo test ultrarapido costituisce un ulteriore passo avanti nella lotta al Covid-19. Siamo orgogliosi a Genova e in Liguria di essere i primi in Italia ad utilizzarlo. Sembrano passati secoli da quando facevamo poche centinaia di tamponi, oggi ne facciamo molte migliaia e questo è un passo che non solo aumenta la capacità di screening per la popolazione ligure ma è un tampone che in tre minuti consente di avere il risultato di positività o meno al Covid-19″, afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

“È evidente che il confort psicologico di una persona cambia notevolmente se deve aspettare talvolta anche 25 minuti per avere un risultato importante per la propria vita oppure, se, grazie a questo test, può conoscere la propria condizione clinica in soli 3 minuti. Ora partiamo con l’utilizzo in Asl3 e poi ci espanderemo in tutta la Liguria: questo test sarà utilizzato ad esempio nei pronto soccorso oltre che i drive o walk through sul territorio. Sarà uno strumento aggiuntivo importante rispetto ai test antigenici e ovviamente ai molecolari tradizionali”, ha proseguito il governatore ligure.

“Si aprono giorni complessi che ci avvicinano al Vaccine day del 27 dicembre con le prime 320 dosi destinate alla Liguria. Poi già dal 29 dicembre partiremo anche nelle altre sedi di vaccinazione della Liguria: dovrebbe essere flusso continuo fino all’esaurimento della prima tranche di oltre 60mila vaccini entro la fine di gennaio”, ha ribadito Toti. La valutazione dell’affidabilità del nuovo test è stata eseguita sul campo, paragonando il test ultrarapido con il tampone molecolare, standard di riferimento a livello non solo nazionale ma anche internazionale. Il grado di concordanza con il tampone molecolare per il test ultrarapido è risultata superiore al 96%.

“L’efficacia del test è stata validata dall’ospedale San Martino di Genova”, sottolinea Mascarino. Dal primo ottobre sono 54.051 i test rapidi effettuati nell’Asl 3 Genovese, mentre sono 20 mila i test rapidi effettuati ogni settimana in Liguria. “I nuovi test permetteranno di incrementare notevolmente il numero”, dichiara Ansaldi. “La sperimentazione avvenuta all’ospedale San Martino di Genova ha dimostrato un alto grado di affidabilità”, conferma Icardi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

zingaretti

“Le notizie stampa che leggiamo in queste ore sul destino

IL DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 4 settembre

carfagna

“Il Paese sta vivendo un momento drammatico e nel frattempo

La scoperta del carteggio inedito tra Telemaco Signorini, il padre

Il governatore della Liguria, Giovanni Toti, prima di partire per

Terminato a Napoli il comitato provinciale per l’ordine pubblico e

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.