Covid, Silvestri: “Risultati da vaccinazione aggressiva in Gb”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
vaccino

“La strada da percorrere ormai la sappiamo”: vaccinare contro il coronavirus. “Ce la faremo ad aumentare la velocità?”. Il virologo Guido Silvestri, docente negli Stati Uniti alla Emory University di Atlanta, in un post su Facebook intitolato ‘God Save the Queen’ guarda ai risultati ottenuti contro Covid-19 in Uk.

“”La media mobile a 7 giorni dei nuovi casi di Covid nel Regno Unito è scesa sotto i 10.000 (per la precisione 9.689, al picco del 9 gennaio era arrivata addirittura a 59.660), cosa che non succedeva dal 4 ottobre scorso – sottolinea – Questo a dispetto della ‘variante inglese’ che peraltro, come sappiamo, è del tutto sensibile ai vaccini in uso al momento. Lo so, lo so – precisa Silvestri – anche il lockdown ha senz’altro aiutato, ma in questi giorni i casi sono in rapida ascesa un po’ ovunque in Europa (Italia in primis) e quello che sembra differenziare il Regno Unito da altri Paesi comunque in lockdown è l’aggressiva campagna vaccinale che sta dando risultati ‘sul campo’ che sembrano confermare alla grande quelli dei trial clinici”.

Lo scienziato chiude quindi con un “P.s. Qui negli Usa ad oggi oltre 47 milioni di persone hanno avuto almeno una dose, di cui più di 22 milioni ne hanno avute due”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Ieri Conte ha ributtato la palla nel campo di Grillo,

“Si vuole processare un uomo di governo, un ex ministro,

cacciari

“I “complici” nel fatto hanno votato per mandare Salvini a

FIRENZE – Ventisei anni fa un boato sconquassò una tranquilla

Via libera in commissione Parità alla legge per la tutela

Casa del Cinema: Fondazione 3M celebra i grandi volti del

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.