Covid: Zalukar (Misto), verifiche su validazione mascherine e Dpi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
mascherina

Trieste – “Il 9 febbraio scorso, la Regione ha comunicato il ritiro immediato delle mascherine facciali filtranti KN95 GB/2626-2006 EN149 FFP2 S/Valvola DPI monouso, le stesse identiche mascherine oggetto di una mia interrogazione di sei mesi fa, rimasta inevasa, con cui ne chiedevo alla Giunta Fedriga notizie dopo che già a luglio a Trieste medici e infermieri dell’Azienda sanitaria univeristaria Giuliano Isontina avevano sollevato grossi dubbi su alcuni tipi di dispositivi di protezione individuale (Dpi) che riportavano l’avvertimento Medical use prohibited – Vietato l’utilizzo medico. Allora adesso desidero sapere dalla Giunta se lo scorso agosto, alla mia interrogazione, siano o meno seguite le verifiche del caso”.

Questa l’ultima azione che porta la firma di Walter Zalukar, consigliere regionale del Gruppo Misto che non si accontenta di avere notizie sulle mascherine incriminate, ma chiede anche “perché un atto di sindacato ispettivo che credo rilevante per la salute pubblica, e in particolare per la sicurezza di lavoratori e pazienti, non abbia avuto pronta risposta”.

Nella sua nota, Zalukar fa presente che l’azione della Regione di ritirare quelle particolari FFP2 è avvenuta lo stesso giorno in cui è andata in onda su Rete4 un’inchiesta giornalistica che dimostrava che tali mascherine, “acquistate a marzo 2020 dalla Cina e distribuite da maggio anche in Friuli Venezia Giulia, a fronte di una capacità di penetrazione massima delle particelle del 6% prescritta dalla normativa, hanno evidenziato una capacità di penetrazione delle particelle tra il 50% e il 70%. Quindi non avrebbero garantito un filtro efficace agli operatori sanitari, anzi li avrebbero addirittura esposti a rischi maggiori che non indossarle, giacché si sentivano adeguatamente protetti”. “Certo è che ci è voluta un’inchiesta giornalistica – è il commento amaro del consigliere – per scoprire che i Dpi usati da mesi per proteggere dal Coronavirus gli operatori delle nostre Aziende sanitarie sembrerebbero non rispondere ai requisiti di legge”.

Forte del fatto che “la sicurezza dei lavoratori e dei pazienti vada tutelata con il massimo rigore e in modo trasparente”, con la sua interrogazione Zalukar vuole anche sapere “qual è l’attuale processo di validazione di mascherine chirurgiche e Dpi applicato in Regione Fvg, a quali criteri risponde e in forza di quali norme”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

A L’Aquila, Ancona, Pordenone, Trebisacce e nel Municipio VI di

fiano

Saman Abbas è stata uccisa perché non accettava un matrimonio

zingaretti

Tra le notizie stupefacenti delle ultime ore, la più stupefacente

putin

Sprezzante, sarcastico e minaccioso Il presidente russo Vladimir Putin ha

Astrotalk – online Sabato 20 febbraio 2021 ore 18.00 Appuntamento

Proprio oggi la nostra Vice Ministra Emanuela Del Re è

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.