Impedire che vadano dispersi i televisori non più utilizzabili con il passaggio all’HD

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
television-681x462

Ambiente. Tagliaferri (Fdi): impedire che vadano dispersi i televisori non più utilizzabili con il passaggio all’HD

“Secondo numerose riviste specializzate al termine del processo di transizione si stima che non saranno più funzionanti nella ricezione del segnale del digitale terrestre dai 15 ai 20 milioni di apparecchi televisivi presenti in Italia”

La Regione quali azioni intende mettere in campo per favorire il riuso e non dispendere i numerosi apparecchi televisivi ancora perfettamente funzionanti che verranno presto dismessi dai cittadini dell’Emilia-Romagna?

A chiederlo, alla luce delle imminenti novità in materia di decoder e tv, è il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi) che, in un’interrogazione, ricorda come “dal 1 settembre 2021 non saranno più funzionanti nella ricezione TV i dispositivi non dotati di decoder per la ricezione dei canali HD (apparecchi venduti nel primo decennio degli anni 2000) e dal 21 giugno 2022 non potranno più ricevere il segnale televisivo anche gli apparecchi non dotati di decoder DVB-T2”.

Tagliaferri avanza anche delle proposte, sottolineando come “le attività di Comuni e associazioni di volontariato necessitano sempre più spesso di strumenti di proiezione multimediale durante conferenze, convegni, cineforum, iniziative educative e altre attività e molti enti del Terzo Settore emiliano-romagnoli svolgono un servizio di trasferimento tecnologico a Paesi meno sviluppati: gli apparecchi ancora funzionanti, ma dismessi, potrebbero -spiega il consigliere di Fdi- pertanto essere donati ai Comuni o alle organizzazioni di volontariato presenti nel territorio per evitare sprechi””.

(Luca Molinari)

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

CORAZZARI: “APPOGGIO LA RICHIESTA DI AUMENTARE LA CAPIENZA A 6000

migranti

Trieste – Sicurezza sanitaria delle persone e sicurezza sul lavoro.

È tutta questione di… povertà mentale. In questi recenti giorni

Un poderoso ecobonus del 120% nell’edilizia è quanto propone il

Proseguono incessantemente le indagini relative all’episodio, avvenuto nella notte tra

Un tabellone ricco e variegato di eventi, che ha fatto

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.