Incontro tra Capo dello Stato e Delegazione CRI al Quirinale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
Il Presidente Sergio Mattarella riceve Francesco Rocca,Presidente della Croce Rossa Italiana, unitamente al Consiglio direttivo e a una delegazione di volontari
(foto di Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“In segno di deferente riconoscimento per l’alto magistero morale in favore delle persone vulnerabili, nello spirito dei Principi Fondamentali cui si ispira il Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, e per il costante richiamo rivolto alle Istituzioni ed ai Cittadini per una sempre maggiore promozione e tutela dei diritti umani. Il presente riconoscimento vuole essere segno della gratitudine della Croce Rossa Italiana per il Suo prezioso operato, svolto alla luce dei valori costituzionali”. Queste le motivazioni alla base del conferimento della Gran Croce al Merito della Croce Rossa Italiana al Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, consegnata dal Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, Francesco Rocca al Capo dello Stato.

L’incontro si è tenuto al Quirinale alla presenza del Consiglio Direttivo Nazionale, del Segretario Generale e di una delegazione composta da cinque volontari provenienti da tutta Italia e rappresentativi, vista l’eterogeneità dei settori di azione, degli oltre 160.000 volontari italiani.

Al centro del colloquio a porte chiuse, le attività svolte dalla CRI in Mozambico e in Venezuela, la campagna “Cri per le Persone” e la campagna internazionale “Health Care in Danger”, promossa dalla Federazione Internazionale e declinata qui in Italia in “Non sono un bersaglio”.

La delegazione dei volontari:

Marzia Como: Responsabile Nazionale del programma Health Care in Danger, è volontaria del Comitato di Gorizia. Esperta di Diritto Internazionale Umanitario è presente in rappresentanza della Campagna internazionale e nazionale contro le aggressioni ai soccorritori.

Gabriella Andreacchio: Responsabile del supporto al campo profughi di Rosarno, in Calabria. E’ da anni impegnata nell’assistenza ai migranti che svolgono attività stagionali legate all’agricoltura. E’ Presidente del Comitato di Rosarno.

Cap. Domenico Maddaloni: è Ufficiale Medico del Corpo Militare. Ha partecipato a numerose missioni, tra cui quella CRI in Mozambico.

S.lla Antonella Russo: Infermiera Volontaria coordinatrice delle attività delle Sorelle all’interno dell’ospedale di Misurata.

Sabrina Cavo: Classe 1994, è una delle più giovani operatrici volontarie CRI del SMTS (Soccorsi con mezzi e tecniche speciali) del nucleo regionale della Liguria. Ha partecipato ai soccorsi ad Amatrice ed è stata tra le prime a intervenire a seguito del disastro del Ponte Morandi di Genova.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Quello che sta succedendo a livello nazionale, dove vige un

Arrivano, promettono mari e monti e portano a scorrazzare Salvini

LA CORTE DEI CONTI CENSURA DI NUOVO IL COMUNE DI

“Nell’epoca della propaganda infinita, il ministro dell’Interno Salvini ha sempre

PIACENZA – Essere Popolari in tempo di Covid è un

Se i dirigenti trasformano il Movimento in un partito guidato

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.