Le emergenze della nostra agricoltura si chiamano xylella e gelate

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
xyella

Sono sfide uniche, che devono trovarci pronti a fare il massimo per gli agricoltori. Qualche giorno fa vi ho parlato del piano contro la batteriosi varato in Regione. Oggi voglio parlavi di gelate.
Assieme ai capigruppo della maggioranza ho sottoscritto una mozione di richiesta dello stato di calamità naturale. Le ondate di gelo degli ultimi giorni hanno danneggiato le coltivazioni agricole e le relative rese produttive, mettendo in difficoltà gli agricoltori per quello che riguarda il prosieguo delle attività dell’annata. Sono compromesse le previsioni di produzione e commercializzazione dei prodotti. In particolare, il brusco abbassamento delle temperature, come certificato anche da Coldiretti, ha danneggiato frutta e verdura, ma anche le coltivazioni di grano precoce e l’ulivo. Segnalazioni dei danni ci arrivano dagli agricoltori di tutta la Regione, per questo è necessario attivare le procedure per deliberare con urgenza la richiesta di stato di calamità naturale al Ministero alle Politiche Agricole.
Si facciano i sopralluoghi nei territori interessati per rilevare l’entità, il tipo e la natura del danno, in modo da accertare la sussistenza delle condizioni per formulare la proposta al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per l’emanazione del decreto di declaratoria dell’eccezionalità dell’evento avverso.
Diamo sostegno immediato agli agricoltori.

Grazia Di Bari

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

E’ durissima la condanna da parte di Barack Obama all’assalto

Michele Marca, il Suo prossimo lavoro in attesa di essere

draghi

Sarà che nei primi due mesi l’esecutivo di Draghi ha

Il Coronavirus ha smesso di occupare ogni piega della cronaca

Quello che gli attori in campo in questa crisi, la

Tra sabato e domenica notte l’orologio sarà spostato indietro di

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.