“Noi rispettiamo tutti. L’orrore è la discriminazione bolzanina nei confronti degli italiani”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
generico

Attacco senatrice SVP a Meloni. De Carlo: “Noi rispettiamo tutti. L’orrore è la discriminazione bolzanina nei confronti degli italiani”

“”Non ho nulla in comune con Giorgia Meloni, anzi, quando apre la bocca inorridisco” e “Per noi sudtirolesi, Fratelli d’Italia è un tabù assoluto””: con queste parole rilasciate nel corso di un’intervista al Südtiroler Tageszeitung – quotidiano pubblicato a Bolzano in lingua tedesca -, la senatrice SVP Julia Unterberger attacca la leader di Fratelli d’Italia e il suo partito.
Contro le parole della meranese, si scaglia il senatore e coordinatore veneto FDI Luca De Carlo: “A lei fa orrore la presidente Meloni? A noi invece non fanno orrore tanto le sue parole, perché siamo in una democrazia e rispettiamo le posizioni di tutti, anche di quelle minoranze tutelate e ben foraggiate dallo Stato e che puntualmente si scagliano contro l’Italia, ma piuttosto ci fa impressione la discriminazione continua che i cittadini di lingua italiana subiscono in Alto Adige”.
De Carlo porta l’esempio più recente di questa discriminazione: “È contenuta nell’ultima finanziaria, ed è la creazione nella Provincia autonoma di Bolzano di una sezione speciale nell’albo dei medici per i professionisti che parlano solo tedesco. È anche così che si creano sanità e cittadini di serie A e di serie B all’interno della stessa nazione”.
Il senatore De Carlo lancia l’ultima frecciata alla collega altoatesina: “Ci fa molto piacere che la stessa Unterberger riconosca a Giorgia Meloni, persona che tanto orrore le provoca, una grande coerenza nelle sue posizioni politiche; una coerenza premiata dai sondaggi e dal sostegno di tanti, e sono sempre di più, cittadini italiani. Se Fratelli d’Italia per gli altoatesini di lingua tedesca è un tabù perché chiede pari dignità e diritti per i cittadini di tutta la nazione, senza favoritismi e sostegni a quello che ormai è uno stato nello stato e che discrimina gli italiani, saremo felici di continuare a lavorare per sfatare questo tabù”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

La Cina ha elogiato l’impegno del premier giapponese Shinzo Abe

Se poi gli paghiamo ‘un pizzo’ da 6 miliardi di

pezzopane

Chiedo l’intervento della Ministra Cartabia, è grave la carenza di

migranti

“In queste ore qualcuno vorrebbe rimettere in discussione accordi già

renzi

Esiste un dato politico forse un po’ nascosto tra le

Nel quadro delle iniziative per ricordare i 100 anni dell’impresa

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.