TOTI RENDA PUBBLICO IL CONTRATTO CON TRENITALIA

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
toti

I cittadini meritano trasparenza da chi amministra la nostra Regione
Chiarezza e trasparenza. Finalmente. Trenitalia e la Regione Liguria devono rendere pubblico il contratto di servizio che hanno siglato. Adesso lo dice anche il Consiglio di Stato: “Con una sentenza dai toni molto duri, il Consiglio di Stato bacchetta in maniera pesante Trenitalia obbligando l’azienda di Stato a rendere finalmente pubblici gli aspetti economici del Contratto di servizio tra società e Regione Liguria come richiesto da diverse associazioni, operatori turistici e privati delle Cinque Terre assistiti dall’avvocato Roberto Lamma”. Inizia così l’articolo de la Repubblica pubblicato oggi.
Una notizia importante per i cittadini liguri che dopo anni di battaglie potranno conoscere come vengono spesi i propri soldi e come viene gestito il servizio ferroviario della nostra Regione. Noi, come Lista Sansa Presidente, chiediamo che Toti renda pubblico il contratto di servizio tra Trenitalia e la regione Liguria. Lo facciamo qui pubblicamente, come lo abbiamo fatto con Interrogazione in Consiglio regionale. È un atto dovuto nei confronto dei cittadini, quelli che pagano le tasse e il biglietto del treno. Sono loro i primi a dover conoscere i dettagli del contratto stipulato nel 2018 e che scadrà nel 2032. E sono tante le domande che le associazioni ambientaliste hanno posto nel corso degli anni senza, però, avere mai risposta. I cittadini vogliono capire quale sia il chilometraggio effettivo del servizio; quale sia il costo a chilometro per passeggero e come si modifica nel tempo e a quanto ammonti il contributo pubblico previsto dal contratto: cresce o diminuisce? E in entrambi i casi, per quali ragioni? Ora che c’è una sentenza del Consiglio Stato aspettiamo che il contratto venga desecretato. È questione di trasparenza e di rispetto dei cittadini. Ma a questa Giunta interessa?

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Fu deposto con l’uso della forza l’11 settembre del 1973

I temporali che lunedì 17 hanno scorrazzato a macchia di

“In questo momento di grande difficoltà stiamo collaborando con gli

CIRIÈ (TORINO) – La mostra “Antonio Testa – Un’artista oltre

“Sono migliaia i mappali del demanio idrico trasferiti dal patrimonio

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.