Turismo, Regione: altri 8 milioni per bando ‘strutture ricettive’

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
albergo

Assessore Magoni: premiamo coraggio e voglia di ripartire degli operatori del settore

“Gli operatori lombardi dimostrano di credere nella ripresa e la Regione Lombardia ha deciso concretamente di sostenerli: aumentiamo di 8 milioni le risorse a disposizione del bando ‘Sostegno alla competitività delle strutture ricettive alberghiere e delle strutture ricettive non alberghiere all’aria aperta’, che arriva così a un totale di 25 milioni. In tal modo, allarghiamo la platea dei beneficiari che, con coraggio e determinazione, hanno deciso di investire sul futuro delle loro attività”. Così Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda, commenta la delibera di Regione Lombardia che incrementa a 25 milioni il bando che prevedeva, inizialmente, uno stanziamento di 17 milioni per la realizzazione e la riqualificazione di strutture ricettive alberghiere e strutture ricettive non alberghiere all’aria aperta.
Una risposta incredibile, oltre 300 domande

“La risposta dai lombardi – spiega Lara Magoni – è stata incredibile: sono arrivate infatti oltre 300 domande. Si tratta di un segnale importantissimo di grande fiducia e di voglia di ripartire con entusiasmo. In un momento di forte crisi, dove migliaia di operatori del turismo sono sull’orlo del fallimento, imprenditori e famiglie decidono di investire nel futuro. Questo loro coraggio è per me un ulteriore incentivo nel continuare a combattere su tutti i tavoli per portare la voce di un comparto che rappresenta non solo un valore economico, ma la forza di quelle persone che amano il proprio lavoro e ne diventano ambasciatori nel mondo. Eroi lombardi ai quali va tutto il mio personale sostegno. Un avvenire che vedrà la Lombardia ricca di eventi di grande spessore: innanzitutto nel 2023, con Bergamo e Brescia Capitali italiane della Cultura, e poi con le Olimpiadi invernali del 2026”.
Bisogna farsi trovare sempre pronti

“Dobbiamo farci trovare pronti. Ecco perché sostengo con convinzione – aggiunge l’assessore – chi vuole investire nella qualità dell’accoglienza, offrendo ai turisti servizi innovativi e un’attrattività sempre più all’avanguardia. In grado di rispondere alle esigenze di ogni visitatore. Perciò ho deciso di incentivare chi voleva rilanciare la propria attività. Sostenendo le riqualificazioni con un contributo a fondo perduto pari fino al 50% dell’investimento. Per un massimo di 200.000 euro”.
Risorse aiutano settore che vive momenti drammatici

“Sono perciò orgogliosa – conclude l’assessore Magoni – che la Giunta abbia accettato la mia richiesta di aggiungere queste nuove risorse per un settore che, soprattutto nelle destinazioni invernali e nelle città, ha vissuto, con il Covid, un anno drammatico dal punto di vista economico”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

sigarette

COVID: CODACONS CHIEDE CHIUSURA DELLE TABACCHERIE ALLE ORE 18 E

“IMPEGNO CORALE PER IMPEDIRE LA CHIUSURA DEI POSTI DI POLIZIA,

Al Diario di Pinocchio 20202065 di Roberto Corradino il Premio

Sale la preoccupazione per l’imminente raccolta delle fragole, che partirà

Donald Trump è convinto che il virus sia stato creato

ponte

Quando l’altro giorno in aula a Montecitorio un giovane collega

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.