UE, Forza Italia: “In Recovery e next generation inserire politiche a favore disabili”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
forzaitalia

“L’Italia è uno degli ultimi paesi europei per tasso di occupazione di lavoratori disabili, circa il 30%, contro una media europea superiore al 50%”.

Lo affermano in una nota congiunta i deputati di Forza Italia Guido Germano Pettarin e Matteo dall’Osso.

“L’emergenza causata dal Covid-19 non ha favorito le politiche a sostegno della disabilità ma ora con le risorse del Recovery Fund e del Next Generation EU si ha l’occasione, irripetibile, di poter fare molto. Per ora il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nella missione denominata “Inclusione e coesione”, ha previsto un totale di spesa di oltre 27 miliardi ma negli obiettivi non viene neppure citata la parola disabile. Eppure parliamo di 3 milioni di cittadini. E’ fondamentale accompagnare i lavoratori disabili nel mondo del lavoro e garantire loro un diritto costituzionale ed un’assistenza continua: le risorse per una volta non mancano, i beneficiari neppure. Occorre solo porre attenzione al tema, cosa che fino ad ora non è accaduta”, concludono

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

La Scuderia Bologna Squadra Corse, nella persona del suo Presidente Francesco

Prorogata al 20 settembre la mostra al Museo dell’Ara Pacis

“Apprendo dalle agenzie di stampa che la Sindaca di Roma,

Si riprende il mercato degli appalti. Dati positivi, comunicati dall’Osservatorio

vaccino

Vaccinazione Covid-19. La Ugl a fianco degli odontoiatri e dei

finanza

Da un’informativa della Guardia di Finanza dello scorso maggio agli

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.