Vaccino covid, Galli: “Non ci siamo, arrivare presto a regime”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
galli

“Non ci siamo, siamo in difficoltà come chiunque”. Sono le parole del professor Massimo Galli, responsabile di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, che a Mattino 5 si esprime così sulle prime fasi della campagna di vaccinazione contro il coronavirus. “Tutto quello che è mobilitabile a sostegno della campagna vaccinale deve essere mobilitato. Non c’è luogo al mondo in cui si dica ‘vacciniamo tutti, non c’è problema’. In tutti i sistemi sanitari occidentali non è mai stata attuata una vaccinazione di massa e rappresenta una sfida importantissima che ha bisogno di numeri diversi e una certa serenità”, dice Galli allargando il discorso al di là dei confini italiani.

“Non mi importa se il motore è un diesel e ha una partenza lenta, mi interessa che arrivi presto a regime. Stiamo partendo nelle festività natalizie e stiamo partendo con il personale sanitario che è esausto. E’ comprensibile che ci sia stato un numero limitato di vaccinati e vaccinandi, il punto è arrivare presto a regime e chiarire chi e come potrà fare il vaccinatore”, afferma.

A chi ipotizza l’ampliamento della rete, con il coinvolgimento di medici di base e farmacie, Galli replica: “Le farmacie possono essere un luogo di vaccinazione, ma l’organizzazione deve passare per un ente di garanzia. Deve essere presente ad esempio anche il personale in grado di gestire un’emergenza sanitaria: non avremo shock anafilattici a iosa, ma qualcuno lo potremmo avere come avviene per l’assunzione di ogni vaccino e ogni farmaco”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Marocco: “servono risposte politiche sul tema dell’assistenza agli anziani” E’

Il calo è del 48,4%. Il dato è frutto della

Ieri sera si è suicidato un giovane di 26 anni,

Nella giornata di venerdì la Polizia di Stato ha eseguito

“Fin dal primo giorno era stato detto che l’ospedale della

CODACONS: SI CONFERMA CROLLO DEI CONSUMI, PER BENI DUREVOLI 2020

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.