Ancora un successo per il Maestro Innocente Foglio Ad Maiora!

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
foglio

Bilancio positivo per Libr@ria 2019, una quinta edizione all’insegna dell’arte cinematografica.
La cultura che scende in strada a contatto con le persone per interessare e appassionare bambini, ragazzi, giovani e adulti. Ha proseguito sulla linea della continuità la quinta edizione di Libr@aria, la kermesse letteraria organizzata dalla Città di Venaria Reale dal 24 settembre al 6 ottobre.
Tema di quest’anno “Dai libri al cinema, dalle parole alle immagini” per unire scrittura, cinema, musica e i laboratori dedicati ai bambini.
Innocente Foglio, poeta: «Io credo che la lettura sia un mondo importantissimo da coltivare nei ragazzi e che iniziative così coinvolgenti, di gruppo e proposte dagli insegnanti, riescano a tirare dentro a questo mondo anche gli altri. La lettura è importante perché la lettura apre mondi, aiuta a mantenere l’attenzione ed è dimostrato che ci fa essere più intelligenti».
Cinema e letteratura che hanno animato l’ideale salotto culturale venariese per due settimane in coincidenza con la “Festa del lettore”, la manifestazione nata proprio con l’obiettivo di portare la cultura nelle strade, a contatto con la gente.
Marco Perazzolo, responsabile Biblioteca Civica Venaria Reale: «La “Festa del lettore” sta all’interno della manifestazione Libr@ria, la sua quinta edizione. Il senso della “Festa del lettore” è anche quella di coinvolgere le scuole, motivando i ragazzi a scoprire che la lettura è una bella avventura e un bell’esperimento».
Le scuole e i ragazzi ancora una volta sono stati i protagonisti di Libr@ria. Al centro dell’attenzione il torneo letterario che quest’anno si è incentrato sul libro “Cattive memorie” di Fulvia Degl’Innocenti.
Fulvia Degl’Innocenti, scrittrice: «La lettura è fondamentale per non essere dipendenti dagli altri, per avere delle idee proprie, per viaggiare ed essere che si vuole. Le manifestazioni che si occupano di libri sono sempre poche e questa credo che dia l’opportunità a persone come me, che non sono conosciute, di poter conversare con tante persone nuove ed emozionanti. In questo momento per esempio ho chiacchierato con tantissimi bambini e questo mi fa piacere perché dimostra come la poesia possa arrivare già a livelli alti nonostante l’età».
Sette gli incontri con gli autori, che hanno presentato il proprio libro al pubblico intervenuto alla Biblioteca Tancredi Milone, all’InfoPoint e allo store Mondadori.
Claudia Murabito, poetessa: «La lettura è fondamentale per non essere dipendenti dagli altri, per avere delle idee proprie, per viaggiare ed essere che si vuole. Le manifestazioni che si occupano di libri sono sempre poche e questa credo che dia l’opportunità a persone come me, che non sono conosciute, di poter conversare con tante persone nuove ed emozionanti. In questo momento per esempio ho chiacchierato con tantissimi bambini e questo mi fa piacere perché dimostra come la poesia possa arrivare già a livelli alti nonostante l’età».
In tutto 24 appuntamenti per una kermesse che ha raccolto, sotto un unico cappello anche iniziative musicali e teatrali, con concerti, spettacoli di danza ed esibizioni corali, ispirate al mondo cinematografico.
Dionigi Dente, Responsabile Comunità Aperta: «Kamishibai significa teatro di carta giapponese. Nel 1200 i monaci buddisti hanno utilizzato questo sistema per istruire gli analfabeti. Lo abbiamo trovato interessante e legato al tema di Libr@ria abbiamo riassunto la storia del cinema creando dei collage di modo che siano da spiegazione visiva e orale per quanto riguarda il nostro cantastorie che narrerà la storia».
Un modo di portare la cultura tra le persone che ha riscosso anche quest’anno un riscontro positivo. La dimostrazione è stata la distribuzione gratuita di volumi da parte dell’associazione “Amici della Biblioteca civica” che ha comunque consentito di raccogliere fondi per finalità umanitarie.
Enzo Modica, Amici della Biblioteca Civica: «Ad oggi abbiamo donato circa 14.000 libri e donato in beneficenza a vari enti tra cui Casa Ugi circa 5.000 euro. Un libro è cultura e noi abbiamo diverse sezioni tra gialli, cucina, libri per ragazzi e thriller. In occasione di Libr@ria, che quest’anno ha come tema il cinema, è stata organizzata anche una sezione con libri tratti da film».
#libraria2019

Servizio di Vittorio Billera, Beatrice Falco
#FactoryVenariaReale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Reddito di cittadinanza:

… Che tende una mano a chi veramente ha bisogno,

Ieri nel Consiglio dei Ministri che ha approvato 7,4 miliardi

Parte il Contratto Istituzionale Sviluppo, un’iniziativa che vale 160 milioni

La prima è l’impegno dei Paesi membri UE per il

IL REGALO GRILLO-COMUNISTA DI CAPODANNO: PIOGGIA DI BONUS PROMESSI, TEMPESTA

Sono state queste le parole pronunciate da #IlariaCucchi dopo le

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.