ARRIVERANNO A BREVE 37 MILIONI DI EURO PER LE IMPRESE ARTIGIANE SICILIANE

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
sicilia

Tutte le regioni a statuto speciale, in virtù del d.lgs. n. 112 del 1998, hanno acquisito le funzioni e le connesse risorse in tema di incentivi alle imprese artigiane. L’unica Regione rimasta al palo era quella siciliana, con lo schema di norma di attuazione dello Statuto speciale bloccato da tanti anni in un rimpallo di responsabilità tra Roma e Palermo.

Insieme al mio collega Adriano Varrica fin dal nostro insediamento in questa legislatura stiamo seguendo passo dopo passo l’iter istruttorio, purtroppo bloccato da anni, per il trasferimento delle competenze in materia di incentivi alle imprese artigiane alla Regione Siciliana.

Abbiamo appena ottenuto il nulla osta dal Ministero dell’economia e delle finanze per lo schema di decreto che garantirà alle PMI siciliane circa 37 milioni di euro annui che spettano loro.

Dopo aver superato questo scoglio, faremo pressione per ottenere gli ultimi passaggi che ci porteranno al decreto finale. Contemporaneamente ci stiamo battendo per salvare le risorse del 2020, cercando di fare in modo che il trasferimento di competenze alla Regione si perfezioni in tempo utile per consentire il salvataggio di queste risorse.

Alessio Villarosa
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

marcucci

Andrea Marcucci, capogruppo dem al Senato, è finito in un

Città intere ostaggio di quelli che le autorità definiscono “attacchi

Vincenzo De Luca ce l’ha con Matteo Salvini. Non è

La nuova programmazione dei fondi europei potrà comprendere misure a

Finalmente siamo riusciti a portare a termine la consegna del

meloni

“Ci sono differenze ma anche punti di contatto. “Mi preparo

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.