Bari, otteneva fiducia di anziani e disabili per derubarli, arrestato

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
disabili

In un caso si è finto un manutentore, entrando in casa di un’anziana e rubando 400 euro in un momento di distrazione
Un 42enne di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, è stato arrestato con le accuse di furti e truffe aggravate ai danni di anziani e disabili, di cui otteneva la fiducia per poi derubarli con diverse modalità. I militari della stazione locale hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari. Le indagini sono iniziate in estate quando, in momenti diversi, sono pervenute le denunce. Sono stati quindi ricostruiti almeno tre episodi. Una volta l’uomo ha finto di aiutare un disabile sulla sedia a rotelle e, dopo avergli fatto credere di avere un’ape sul collo, gli ha sfilato la collanina che indossava. In un altro caso si è finto un manutentore, è entrato in casa di un’anziana di 78 anni e in un momento di distrazione ha rubato circa 400 euro. In un’altra circostanza, approfittando del malore di un anziano per strada, lo ha aiutato a rientrare in casa e poi con destrezza ha rubato circa 350 euro dal portafogli.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

“La Presidenza del Consiglio smentisce tutte le ricostruzioni, apparse questa

Un vecchio buono postale del 1987 fa ottenere a un

LA CONDUTTRICE RACCONTA FINALMENTE COSA SI NASCONDE DIETRO AL SUO

bonetti

Le immagini degli scontri nelle diverse città passano mentre la

taverna

Per anni se ne è permesso l’utilizzo senza controlli. Ieri

E’ partita il 3 ottobre la consultazione pubblica sulla “Strategia

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.