Homeattualità"Basta ritardi, la riapertura della SS64 Porrettana deve essere priorità assoluta"

“Basta ritardi, la riapertura della SS64 Porrettana deve essere priorità assoluta”

BOLOGNA – “Come e in che modo le Istituzioni intendono attivarsi per la riapertura della SS64 Porrettana? La pazienza ha un limite”. A parlare sono la consigliera metropolitana Marta Evangelisti ed il deputato FDI Galeazzo Bignami, intervenendo sullo stallo assoluto dei lavori lungo questa arteria strategica.

“La chiusura di questo tratto strategico a seguito del grave cedimento in località Pavana, sta comportando gravissimi disagi per tutta la comunità – dice Evangelisti che depositerà due interpellanze in Città metropolitana e presso il Comune di Alto Reno Terme -. Una situazione che, oltre a determinare un grave danno per le attività economiche, danno già annunciato e che si è puntualmente verificato, ha penalizzato anche i profitti della stagione estiva che si sta concludendo”.

“Le Associazioni di categoria lamentano un calo di fatturato già del 40% – spiega Bignami -. E le risposte del Ministero appaiono lacunose e carenti, visto che la riapertura a senso unico alternato, fissata per il 31 Agosto è stata disattesa. Da organi di stampa infatti si apprende che la riapertura sia stata ritardata ad ottobre o novembre. Da questa chiusura è interessato tutto il comprensorio territoriale che va dal Bacino di Suviana al parco del Corno alle Scale. È francamente inaccettabile che si perseveri in questo modo, senza responsabilità da parte di alcuno”. Bignami ed Evangelisti ricordano che “la regione Emilia Romagna ha siglato accordi importanti, così come la Città metropolitana, per il rilancio del comprensorio turistico. “Se questo è l’impegno profuso – concludono – c’è poco da stare sereni. Continueremo a sollecitare fin tanto che non saranno date risposte a chi da mesi attende il ripristino di questa fondamentale infrastruttura di collegamento, ed anche proveremo a capire come e se perverranno i contributi economici per gli imprenditori e gli operatori commerciali, promessi dalla Regione Emilia Romagna””.

Marta Evangelisti

giornalista per un giorno

Articoli popolari