Bellolampo. Spariti i 7,5 mln della Regione. Caronia “Basta gestione col paraocchi”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
rifiuti

“Mentre a Palermo la situazione dei rifiuti è all’emergenza totale e soprattutto nelle periferie i cittadini sono sempre più assediati da cumuli di spazzatura, per il Sindaco di Palermo e l’assessore Armao i problemi di Bellolampo sono da mettere “in riserva”.
Ecco quindi che i famosi 7,5 milioni promessi alla RAP già nel 2019 e poi inseriti nella finanziaria di maggio, adesso tornano in bilico, perché ritenuti non prioritari.
Non è accettabile che il Sindaco di Palermo, abdicando a tale ruolo per rivestire quello di Presidente ANCI, non intervenga con forza per rivendicare questo contributo.
Continua quindi un inaccettabile rimpallo fra Comune e Regione il cui unico risultato è l’immobilismo.
Ricordo a tutti che quei soldi non sono frutto di una scelta opzionale dell’assessore Armao, del Governo o del Comune, ma una espressa volontà dell’ARS che li ha voluti per limitare i rischi sanitari a Bellolampo e anche perché vi sono sentenze amministrative che impongono alla Regione di occuparsi del percolato.
Ora basta! Davvero basta con questi tecnicismi e con questa gestione dei problemi col paraocchi! Palermo non può continuare a subire.”

Lo ha detto Marianna Caronia commentando la proposta di rimodulazione dei fondi della finanziaria regionale presentata dal Governo, cha ha inserito fra le “Riserve” i fondi destinati dall’art. 11 quale contributo per la gestione della piattaforma di Bellolampo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Un’Italia a due velocità: la prima più dinamica e attenta

Malborghetto – “Collaborazione e fratellanza sono radici ben vive in

salvini

“Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila

L’accordo sul Mes “è frutto di una trattativa più che

Fedriga

“Favorire la reciprocità negli investimenti e nel commercio è il

“Sicurezza per chi arriva e per chi accoglie: questo sono

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.