Confesercenti ricorre al Tar contro la chiusura dei centri commerciali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
negozio

Confesercenti ha depositato un ricorso al Tar del Lazio contro le chiusure obbligatorie dei centri commerciali nei fine settimana nelle regioni gialle stabilite dal DPCM del 3 novembre 2020. “Devono riaprire”, afferma in una nota.
“Chiediamo l’immediata sospensione del provvedimento”, afferma la presidente nazionale di Confesercenti, Patrizia De Luise, che contesta “sotto più profili la violazione dei limiti e criteri imposti dallo stesso legislatore e, in definitiva, l’irrazionalità della misura”.
“Avevamo già annunciato – continua De Luise – l’intenzione di ricorrere al Tar, con l’obiettivo di ribadire che va garantita l’equità tra le imprese, e che anche quelle di minori dimensioni debbano essere rispettate. I provvedimenti adottati dal governo con gli ultimi DPCM e con i due Decreti Ristori contengono incongruenze e gravi dimenticanze. Un pasticcio che si sarebbe potuto evitare se i rappresentanti delle imprese fossero stati preventivamente ascoltati”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Nel dettaglio, viene previsto che per le cosiddette abitazioni di

12,5 miliardi in più nell’aggiornamento del contratto di programma di

Caporalato: è «il problema fondamentale ma si può risolvere, nulla

champions

LIVERPOOL. Il Liverpool scrive per l’ennesima volta una straordinaria pagina

Ha insegnato alle donne che il libero arbitrio in camera

iwobi

“L’Italia e la sua diplomazia hanno uno speciale legame con

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.