Cultura, sport e musica: la Valle d’Aosta riparte da tanti eventi e da uno spot per il turismo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
movida1-620x400

L’assessore Guichardaz: relax ed emozioni in sicurezza

Aosta – Una campagna pubblicitaria nazionale, emozionale, per attrarre e incuriosire. Un paesaggio mozzafiato, che alterna quattro delle vette più alte delle Alpi – sua maestà il Monte Bianco, l’iconica vetta del Cervino, il dolce Monte Rosa, il Quattromila tutto italiano del Gran Paradiso, nel cuore del Parco nazionale – al verde di prati e boschi e al blu di laghi e torrenti. Tanti eventi, dalla cultura alla musica nei castelli, dai concerti alle manifestazioni sportive, per animare l’estate. La Valle d’Aosta prova a ripartire nella stagione post Covid-19, e lo fa con la volontà di tornare alla normalità.
L’assessorato regionale ai Beni culturali, al Turismo, allo Sport e al Commercio ha varato un programma per tutti i gusti. L’assessore Jean-Pierre Guichardaz spiega: “Vogliamo ripartire dalla cultura, un elemento di traino importante per l’intero settore turistico”.

 

La Regione ha lanciato quindi un cartellone di eventi, nei castelli, nei musei e nei siti archeologici, che si chiama “Culturété” e che prevede visite teatralizzate con le compagnie valdostane, musica e concerti, aperture serali per vivere atmosfere uniche. L’Office régional du Tourisme ripropone i classici concerti all’aperto di ‘Musicastelle Outdoor’, con nomi di sicura attrattiva come Daniele Silvestri, Willie Peyote e Francesca Michielin, oltre a ‘Fiabe nel bosco’, ricco calendario di appuntamenti pensati per i più piccoli e le loro famiglie. Dopo un anno di pausa forzata, tornano anche i grandi eventi sportivi: il Tor des Géants, l’ultratrail più duro del mondo su e giù per i colli delle Alte Vie 1 e 2, il Giro ciclistico della Valle d’Aosta per Under 23, i grandi eventi della mountain bike con gli Europei giovanili e la iXS Cup di downhill a Pila, la Maxi Avalanche di Breuil-Cervinia e l’Enduro World Series di La Thuile, fino allo sci estivo sul ghiacciaio del Plateau Rosa, tra Cervinia e Zermatt.

 

Tornano, organizzati dall’assessorato allo Sviluppo economico, gli eventi dell’artigianato di tradizione, dalla Foire d’été e la Mostra-concorso che invadono il centro di Aosta, agli altri appuntamenti sparsi per la Valle, che valorizzano il lavoro degli artigiani del legno, della pietra, del ferro e dei tessuti tradizionali. Tornano le grandi mostre, con le fotografie di ‘The families of man’ al Museo archeologico regionale di Aosta, Guido Crepax e i fumetti sulla sua Valentina al Centro Saint-Bénin, Giorgetto Giugiaro e le sue creazioni uniche al castello Gamba di Châtillon.

 

“Abbiamo una stagione estiva estremamente ricca, con eventi di altissimo livello per i turisti ma anche per i valdostani” dice l’assessore Guichardaz, che parla di cultura e turismo come “una concatenazione”, con “l’indotto che gira intorno a questi elementi che determinerà un circuito virtuoso che favorirà una ripartenza efficace”.

Guichardaz parla poi del nuovo spot promozionale che sta portando la Valle in tutta Italia. “Dopo quello lanciato in inverno, anche questo stuzzica un interesse subliminale, un richiamo che rimane nelle menti e nelle impressioni delle persone. Vogliamo ribadire che, accanto a un territorio fantastico e a manifestazioni uniche, in Valle d’Aosta si vivono emozioni e sensazioni, gli aspetti più legati all’emotività”.

Nell’anno della normalità, la Valle d’Aosta offre ampi spazi, passeggiate, escursioni in e-bike. “Offriamo grandi spazi e grandi emozioni” aggiunge l’assessore. “Vogliamo dare la possibilità di venire qui, in Valle d’Aosta, per usufruire di servizi all’altezza e vivere una sensazione molto intima, con momenti di relax in cui godersi il territorio in sicurezza”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Tratto da “ Lessico Finanziario “ di Beppe Ghisolfi –

fini

Nei giorni scorsi Beppe Grillo è stato coprotagonista di uno

brusaferro

“In Italia la curva sta decrescendo sia per quanto riguarda

demagis

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha inviato al

ronzulli

“Neppure i #navigator credono a #DiMaio. Così come molti cittadini

travaglio

Dunque, ricapitolando. L’Innominabile, che anziché abolire il Senato voleva abolire

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.