Dalla Chiesa e l”estinzione dei cinesi’: “Non mi rimangio nulla”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
dallachiesa

Bufera social contro Rita Dalla Chiesa dopo alcune sue esternazioni messe nero su bianco su twitter in cui parla di “estinzione” dei cinesi. L’ex conduttrice di ‘Forum’, da sempre fervente animalista, dopo aver postato un articolo de ‘Il Fatto Quotidiano’ dal titolo ‘Cina, al via il festival della carne di cane di Yuli: migliaia di animali macellati’, non ha retto e ha scritto: “E’ peccato mortale volere l’estinzione del popolo cinese???????”.

Uno sfogo che non è passato inosservato dal popolo del web e che ha scatenato numerose critiche tra i suoi follower: ”Volere l’estinzione di un popolo si chiama genocidio… Basterebbe augurarsi e chiedere che queste pratiche venissero vietate”, gli fa notare un utente. ”Gli indiani dovrebbero volere la stessa cosa di noi perché mangiamo le mucche e gli arabi lo stesso perché mangiamo i maiali. Abbia pazienza, ma certe affermazioni sarebbe meglio evitarle”, scrive un altro dei suoi numerosi fan. Ma la figlia del generale Dalla Chiesa, contattata dall’Adnkronos, incalza: “Non mi rimangio nulla -sottolinea- pur sapendo che ci sono moltissimi attivisti in Cina che cercano di evitare questo genocidio questa cosa non è più accettabile!”

“Ho visto delle foto su twitter – aggiunge – che fanno orrore! Andiamo tutti a protestare sotto l’Ambasciata cinese e sotto i consolati. Questo tipo di manifestazioni non dovrebbero essere ammesse in una società civile anche perché loro (i cinesi, ndr) avevano detto che l’avrebbero sospesa”.

”La mia (il tweet, ndr) è una provocazione -aggiunge la Dalla Chiesa- è una domanda. Poi, se non lo capiscono, peggio per loro! Dobbiamo fare casino. Con quello che hanno combinato poi – dice con evidente riferimento alla gestione della prima fase dell’epidemia di Covid-19 – devono solo che stare zitti! Che mi attaccassero, non me ne può frega’ de meno!”, conclude in romanesco.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Torna al centro delle cronache il carcere di Aosta, dove

discoteche

CAGLIARI – “Sulla grave situazione delle discoteche in Sardegna e

Tra meno di 48 ore l’Italia verrà raggiunta da una

Il lockdown non è all’ordine del giorno e faremo di

dimaio

Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in una lettera

letta

Il 14 marzo, durante il discorso di insediamento come nuovo

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.