#DlSemplificazioni ovvero UNA REPUBBLICA BASATA SULLE TANGENTI

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
tangenti

Nel DL Semplificazioni il governo vorrebbe sospendere per un anno le gare d’appalto. Ovvero procedere con affidi diretti e procedure accelerate. Io proporrei di fare una cosa: fate un albo di tutte le ditte legate alla politica, alle mafie ed ai potentati locali, le altre aziende le facciamo chiudere per decreto direttamente, in modo che lavorano solo loro in piena legalità e vedete che ammortizzate meglio anche i soldi delle tangenti. Vergognatevi! Proporre una cosa del genere in un paese dove la corruzione negli appalti pubblici è una delle principali piaghe, in un paese che proprio durante la pandemia da Covid ha mostrato sui lavori pubblici appalti strani e inchieste aperte dalla magistratura, come in Campania, significa gettare anche l’ultima maschera di ipocrisia. Per far ripartire l’economia servono le tangenti, questo state comunicando al paese. Mi auguro, con poche speranze, che qualcuno che sostiene questo governo abbia un sussulto. La corruzione è radicata nelle istituzioni italiane oggi più che mai, nella sanità, nelle regioni, nei comuni, in parlamento, una manovra di questo tipo non fa altro che legalizzare il sistema corruttivo.
Antonio Musella

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

guerra

Si passa alla fase operativa. È una battaglia importantissima dopo

Qual è il valore aggiunto che un investimento in infrastrutture

Inizia il conto alla rovescia per l’atteso appuntamento del 25

prestipino PD

Faccio un appello accorato a tutte le Democratiche: aiutiamo il

GREENPEACE PRESENTA LA GUIDA PER SCEGLIERE DETERGENTI PRIVI DI INGREDIENTI

Dal Festival degli Open Day e delle Feste dello Sport

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.