Elezioni regionali, Cgil lancia petizione “Le scuole non siano seggi elettorali”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
BOLOGNA. IL LICEO GINNASIO

La Flc Cgil di Firenze ha lanciato una petizione in vista delle elezioni regionali che si svolgeranno in Toscana per richiedere che i seggi elettorali non vengano istituiti nelle scuole.

La concomitanza tra il rientro degli studenti a scuola previsto per settembre e le elezioni regionali in Toscana, ha spinto la Flc Cgil di Firenze a lanciare una petizione contro l’utilizzo delle aule scolastiche come seggi elettorali.

Tra i destinatiari figurano il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e al Presidente della Camera Roberto Fico.

“I/Le sottoscritti/e Docenti, Personale ATA, Dirigenti Scolastici, Genitori, Studenti, semplici Cittadini chiedono alle Signorie Loro di impegnarsi sin da subito e con urgenza a trovare soluzioni affinché gli Istituti Scolastici non siano più sedi per i seggi elettorali durante le elezioni politiche ed amministrative […] ormai da tempo vi sono tornate elettorali ogni anno, a livello nazionale e/o a livello territoriale, con la conseguenza diretta di interrompere l’attività didattica per più giorni” si legge nella petizione lanciata da Flc Cgil.

Di fatto lo svolgersi delle elezioni all’interno degli istituti scolastici causa l’aggiungersi di ulteriori giorni di assenza a quelli già previsti nel calendario didattico e a quelli non previsti come neve, alluvioni e tempeste di vento. Inoltre quest’anno, dopo il lockdown imposto dalla crisi epidemica, l’anno scolastico ha subito un’interruzione alla quale è necessario porre rimedio.

La richiesta è quella di trovare soluzioni alternative all’utilizzo delle scuole come seggi elettorali, assicurando quindi centralità assoluta alle attività didattiche e restituendo alla scuola il valore istruttivo, formativo, di crescita e sviluppo.

Sul tema dei seggi elettorali nelle scuole si era già espresso anche il segretario del Pd Nicola Zingaretti che, in vista del referendum costituzionale di settembre indetto per approvare o bocciare la riforma sulla riduzione del numero di parlamentari, ha proposto una soluzione alternativa in merito alle sedi dove collocare i seggi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Prorogata fino a domenica 10 novembre 2019 la mostra Donne,

Dopo aver attivato, oramai da diverso tempo, l’iniziativa di Compagnia

Marco Perduca commenta i dati del World Drug Report 2019

È disponibile on line la XXIV Relazione annuale sulle persone

“Intervenire a sostegno delle filiere agroalimentari e snellire le lungaggini

Gli agriturismi della Coldiretti dispongono volontariamente la chiusura nelle prossime

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.