Francia, con il lockdown aumenta il numero di coloro che pensano al suicidio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
salute

Durante l’emergenza la stessa OMS aveva messo in guardia circa il forte impatto psicologico del lockdown e dell’isolamento sulla vita delle persone.

Gli operatori dell’associazione benefica francese SOS Amitié durante il lockdwon hanno ricevuto il 40% di telefonate in più da persone che pensavano di suicidarsi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Circa un terzo delle persone che si sono rivolte a SOS Amitié hanno riferito che alla base del loro malessere personale c’è proprio la quarantena e l’isolamento forzato dovuto alla pandemia di Covid-19.

Ad annunciarlo, come riferisce il portale transalpino RTL, è la stessa associazione.

La crisi sanitaria, spiegano da SOS Amitié, “ha inasprito le difficoltà legate alla solitudine” e “provoca delle angosce profonde, difficoltà e sofferenza eccezionali”

Nel complesso, durante il periodo compreso tra il 15 marzo e il 10 maggio circa 1.800 operatori hanno risposto ad oltre 102.000 chiamate, pari a oltre il 32% in più rispetto allo stesso anno.

Ad impressionare ulteriormente è però un altro dato, ovvero che gli operatori sono riusciti a rispondere solo ad un terzo delle persone che effettivamente hanno digitato il numero di SOS Amitié, con i due terzi che invece non hanno mai ricevuto risposta.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

L’assessore: da Fondazione importante supporto, portare avanti partnership positiva L’assessore

Il Milan di Stefano Pioli con il modulo con le

Nel 2015 la comunità scientifica ha deciso di cambiare la

Da oggi a domenica una settimana di musica Settimana ricchissima

“L’incontro di oggi sulla Rai di Torino con consiglieri, parlamentari

covid

Stiamo certamente andando in quella direzione”, cioè verso una situazione

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.