Governo, Prodi: “Elezioni anticipate? Suicidio, nessuno le vuole”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
elezioni

L’ex-presidente del Consiglio, Romano Prodi, è intervenuto a InBlu Radio, network delle radio cattoliche della Cei, ed ha risposto sui temi delle tensioni all’interno della maggioranza e sull’eventualità di aprire una crisi di governo (leggi anche articolo sul Corriere della Sera). “Nessuna possibilità in vista di elezioni antipate, anche se c’è sempre il suicidio nella storia dell’umanità. Non vedo alcuna parte politica che, all’interno del governo, abbia interesse alle elezioni anticipate – ha raccontato – soprattutto dopo il voto sul dimezzamento dei parlamentari. Quanti di questi hanno speranza di essere rieletti? Pochissimi”. L’ex-premier è intervenuto anche sul tema della Gran Bretagna e della Brexit: “La Gran Bretagna è sempre entrata in Europa con una riserva perché ha sempre avuto nella testa l’amico americano», ha detto, «credo molto al fatto che l’accordo finale sia dovuto al risultato delle elezioni in Usa. Ovviamente se ci sarà un accordo. Trump ha giocato un ruolo attivo per una divisione tra la Gran Bretagna e l’Unione europea. Adesso c’è un presidente di origini irlandesi che non vorrà mai vedere di nuovo una dogana fra l’Irlanda del Nord e quella del Sud”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

“Chiediamo alla Giunta regionale di assumere una posizione e chiedere

Un’opera che a Messina si attende da anni e che

“Con l’accordo di libero scambio con il Vietnam l’Unione Europea

galli

“Sento di un genitore messo in quarantena in attesa della

Nuovo obiettivo dell’Ospedale San Raffaele di triplicare i posti in

TRIESTE – Mercoledì 27 novembre alle 20.30 nella Sala Tartini

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.