HomeattualitàIN UN PAESE SERIO

IN UN PAESE SERIO

In un Paese serio, scoprire le email di un senatore della Repubblica che organizza con giornalisti e investigatori fake per infangare e diffamare un partito non gradito

E un giornalista che ha l’ardire di raccontare la verità (Travaglio), il senatore sgamato dovrebbe dimettersi, specie se è lo stesso che prende soldi da Paesi canaglia e da imprenditori responsabili della morte di 43 persone, per impedire al governo di estrometterli dalle autostrade.

IN UN PAESE SERIO. Ma l’Italia non lo è da molto tempo.

Il PdR non ha niente da dire? Ha solo parole di sdegno per chi offende la Meloni? E l’ordine dei giornalisti? È solo una lobby che si autotutela? In Italia esiste una grande, potente associazione per delinquere di stampo MAFIOSO, che gestisce il Parlamento e le Istituzioni, e che controlla di fatto le elezioni, per garantirsi il potere.

Renzi come Salvini. Due facce della stessa medaglia. Forgiate e sostenute da perfetti delinquenti in doppio petto. Berlusconi, il male assoluto, ha partorito due figli a sua immagine e somiglianza: la spregiudicatezza al potere. Con la Meloni fanno un trio di inaudita crudeltà e arroganza.

E il M5S? Si limita ad assorbire come una spugna tutto il veleno che gli viene buttato addosso? Continua a stare al governo alleato di questa merda? Nessuna interrogazione? Nessuna protesta per chiedere l’intervento del Quirinale e palazzo Chigi?

Conte passi all’attacco. Dalle mie parti si dice che “bocca che non parla si chiama cucuzza”.

Angelo Rinascente Maragliano

giornalista per un giorno

Articoli popolari