La chiocciola rende fHelix l’economia: visita di Beppe Ghisolfi a Cherasco

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
beppe ghisolfi

Il Banchiere scrittore ha volentieri aderito all’invito di Simone Sampò, presidente nazionale degli elicicoltori, e del dottor Camillo Scimone

La chiocciola rende fHelix l’economia locale, unendo sostenibilità ambientale, qualità gastronomica, alta cucina, ricerca scientifica e presidio e cura del territorio.  Tutti ingredienti, è davvero il caso di dirlo, alla base della visita amichevolmente svolta in Cherasco dal Banchiere e scrittore Beppe Ghisolfi, il quale – accompagnato dall’amico dottor Camillo Scimone (attuale direttore della clinica Città di Bra e sindaco della Zizzola per un quinquennio) – ha accolto volentieri l’invito giunto dal presidente nazionale degli elicicoltori Simone Sampò, direttore altresì del competente istituto internazionale con sede sempre nella città delle Paci.  Cherasco, grazie all’alleanza tra scienza, medicina, enogastronomia, promozione turistica green, è divenuta punto di riferimento della cosiddetta economia elicoidale, coniando in proposito un manifesto programmatico l’adesione al quale favorisce intese e gemellaggi e parti di amicizia a livello nazionale e globale.
Insomma, un distretto Helix che rende l’economia fHelix.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Slittano ancora i termini previsti per la notifica degli atti

cybercecurety

E’ appena partita la nuova edizione della campagna educativa sui

musumeci

“Grande disponibilità del governo regionale al confronto con Confcommercio per

Il 99% dei bambini al mondo oggi sperimenta limitazioni dell’autonomia

L’Italia inizierà un piano di ritiro delle proprie truppe dall’Afghanistan

IMPERIA – “Divieto di stazionamento e di transito pedonale nella

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.