La recessione del COVID-19 decima i milionari americani

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
bezos

L’impatto della pandemia sulle catene di approvvigionamento globali e l’inevitabile danno derivante dalle quarantene e dalle misure di isolamento sociale su più settori hanno innescato una massiccia svendita di azioni, facendone crollare i prezzi, e di conseguenza le fortune dei loro possessori.

Il numero di milionari americani è diminuito del 4,5% mentre il nuovo coronavirus continua a scuotere l’economia globale, riferisce Bloomberg, citando la società di ricerche di marketing Spectrem Group.

C’erano 11 milioni di famiglie negli Stati Uniti con un patrimonio netto di oltre 1 milione di dollari alla fine del 2019; la loro ricchezza è cresciuta grazie alla corsa ai titoli più lunga nella storia del mercato americano, durata 11 anni e terminata ufficialmente questo mese. Si stima che quel numero sia calato di almeno 500.000 entro venerdì scorso.

Nel frattempo, la pandemia ha cancellato quasi 1,3 trilioni di dollari appartenenti alle 500 persone più ricche del mondo dall’inizio dell’anno, o quasi un quinto del loro patrimonio netto collettivo. Quel numero include $ 433 miliardi dai 180 americani nella lista.

Si ritiene che la crisi abbia avuto effetti particolarmente devastanti su proprietà immobiliari e bancarie, che dipendono in particolare dagli investimenti di individui con un patrimonio netto elevato.

Per quanto riguarda l’1% delle persone più ricche della Terra, per loro non dovrebbe essere un problema recuperare la ricchezza persa in quanto mantengono principalmente i loro soldi in azioni e non in contanti, una ripresa in borsa riporterebbe le cose dove erano prima della pandemia.

Martedì, le azioni statunitensi hanno già ottenuto guadagni storici (senza tener conto del rapporto) sulla notizia di un compromesso del Senato rispetto a un pacchetto di aiuti di emergenza da 2 trilioni di dollari di coronavirus.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

ARTICOLO TRATTO DA IMOLAOGGI.IT La riflessione del giornalista cattolico Maurizio

Adesso dico la mia, perche’ io sono un percettore del

#Autovelox di #Agropoli finalmente dichiarato abusivo da parte dell’#ANAS, attuale

Si allunga la lista degli Stati membri che hanno deciso

Posso solo dire che il nostro testo c’e’ da settembre

Scontro in arrivo per Imu e Tari. Il decreto Rilancio

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.