PRESTITI PER FAMIGLIE DALLA REGIONE: Sbloccati 100 mln fondi Covid. Caronia “Attuata norma sociale”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
Adozione - infanzia - bambini - genitori - famiglia
Foto Romano Magrone. Archivio Ufficio Stampa Provincia Autonoma di Trento

Si sblocca la norma, introdotta con la finanziaria regionale del 2020, che prevede la possibilità per le famiglie con reddito fino a 40.000 euro di chiedere un prestito di 15.000 euro alla Regione.

E’ quanto emerso oggi durante i lavori della Commissione bilancio dell’ARS, che era stata chiamata a discutere della rimodulazione dei fondi POC.
Durante il dibattito, su richiesta di Marianna Caronia, il Governo per bocca dell’Assessore Armao ha ribadito la piena disponibilità della somma, mentre l’IRFIS ha comunicato di aver pronto l’accordo con Poste Spa per la gestione dei prestiti.
In sostanza le famiglie con reddito massimo di 40.000 euro potranno accedere ad uno schema agevolato di finanziamento, gestito da IRFIS, che prevede prestiti a tasso zero fino a 15.000 euro, da rimborsare in 60 rate a partire da 18 mesi dopo la materiale erogazione del finanziamento.
“Un importante risultato – afferma Marianna Caronia, che della stessa norma era stata una promotrice – perché finalmente si sblocca una delle misure a sfondo sociale che avevamo introdotto nella finanziaria del 2020. Un’altra boccata di ossigeno che permetterà alle famiglie di poter fronteggiare la crisi economica, che nonostante si stia allentando quella sanitaria, resta pesantissima per migliaia di persone.”
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Nell’ambito di una maxioperazione internazionale antidroga, avvenuta a Firenze, la

I Parchi e le Reti di Riserve del Trentino sono

“Bisogna ripartire tenendo sotto controllo la curva del contagio. Il

Negli ultimi mesi sono molti i cambiamenti in atto su

Sul Santerno anche doppio podio per Matteo Deflorian Ancora grandi

Potrebbe non fare più notizia, ma quello che va sottolineato

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.