Sardine, è già disfatta. E a Pistoia salta la manifestazione

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
sardine

Sardine sono già fritte. O meglio, si stanno rosolando nel loro brodo anti tutto. Anche contro loro stessi. Già, perché a Pistoia, dove il neonato movimento si stava preparando alla maifestazione per il 4 gennaio è già disfatta. Tutti contro tutti. O meglio, nel caso specifico, lo scontro tra diversi organizzatori non ha trovato una soluzione pacifica. E così, per lo scontro al vertice, la piazza salta. Lo anticipa e lo spiega bene un servizio sull’evento di Pistoia proposto in queste ore dal sito de La Nazione che, proprio nell’attacco, recita: «A Pistoia le sardine sono naufragate ancora prima di scendere in strada. Non si farà infatti la manifestazione del 4 gennaio che intendeva portare migliaia di persone in Piazza dello Spirito Santo alle 18.30…

E la spiegazione del diverbio è presto detta. Come riporta La Nazione, infatti, «Daniele Mannai, residente a Porcari, è stato il fondatore del gruppo e dell’evento “Pistoia Non si lega”». Al gruppo facebook di riferimento del movimento ittico arrivano richieste d’iscrizione e mannai fa il lavoro di raccolta e gestione social. Così, tre volontarie si fanno avanti per aiutarlo. E con loro si propone anche un web designer. Il quale, intuisce subito che il clima in cui lavorare non è poi così sereno e aperto all’ecumenismo movimentista. E ne ha ben donde. Poco dopo, infatti, il professionista ritira la sua adesione all’organizzazione dell’evento. e lancia un primo segnale sulla bagarre in corso e sul punto di esplodere. Irreversibilmente. Ma a quel punto le tre organizzatrici rivendicano il loro ruolo (e il lavoro a loro detta svolto). Come riferisce sempre La Nazione, infatti, «loro si sono attivate per richiedere i permessi necessari allo svolgimento della manifestazione. Loro hanno cercato un impianto audio e l’allestimento per l’evento. E proprio quando tutto era pronto, è arrivato il colpo di mano di Mannai».

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

La storia, il patrimonio culturale e anche il futuro della

La prima volta che lo intervistai Biagi era venuto a

È positivo il bilancio del weekend di esodo estivo di

scotto

L’inchiesta della magistratura sulla Fondazione Open farà il suo corso

«Riconoscere la qualifica di “Teatri storici delle Marche” ai 71

dimaio

“Non si può morire così. A 21 anni, ucciso da

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.