Sarò stato evidentemente distratto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
scotto

Ma non vedo cortei o manifestazioni di piazza a favore di un nuovo Governo a guida Draghi.
Eppure questo sembra il clima che si respira nel paese, se mi limito alla lettura dei principali quotidiani.
Sono settimane che vengono annunciate urbi et orbi svolte radicali, rovesciamenti di schieramento, inediti afflati unitari in Parlamento tra destra e sinistra, grillini e centristi di ogni risma.
Retroscena, interviste, paginate e paginate di editoriali.
Evidentemente questo esecutivo deve stare cordialmente sulle scatole a chi detesta l’idea che a gestire le risorse del Recovery Fund sia qualcuno di diverso da chi non dipende direttamente dai loro interessi.
Perché i padroni del vapore – molto spesso anche editori – hanno in testa sempre la solita solfa: azzerare il contratto collettivo nazionale, sgravi fiscali senza alcun vincolo, privatizzazioni striscianti nei settori strategici senza ovviamente metterci un euro.
Se ne facciano una ragione.
L’ipotesi Draghi non c’è.
Innanzitutto perché l’interessato non è disponibile.
Se salta Giuseppe Conte c’è solo la destra.
Quella dura, quella sovranista e protezionista, quella che ha fallito nel mondo nella lotta al Covid-19 e non disdegna di civettare con i No Mask.
Il resto è puro intrattenimento utile a riempire la noia mortale del te’ delle 17.
Consiglierei a questo punto di passare a qualcosa di più forte.

Arturo Scotto
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

È tutta questione di… salvaguardia. Dunque, anche la Corte di

“Non è difficile per una donna, il cinema è difficile

Evidentemente la pandemia non ha insegnato assolutamente nulla a certa

sassoli

Il Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, a seguito dell’incontro

ronzulli

In questi lunghi mesi di emergenza sanitaria, costretti a restare

Clash, Metallica, Hendrix, Led Zeppelin. Ma anche Britney Spears, Memo

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.