Sbarchi migranti, Matteo Salvini svergogna il governo: senza Lega calano ovunque tranne che in Italia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
salvini

“Raddoppiano gli sbarchi nel 2020, in particolare nel Mediterraneo Centrale che coinvolge l’Italia. Perfino Frontex conferma l’incapacità del governo Conte-5Stelle-Pd: gli arrivi calano ovunque tranne che nel nostro Paese”. E’ la denuncia il leader della Lega Matteo Salvini di fronte alle cifre choc: ottomila sbarchi fino a metà luglio, più di mille negli ultimi due giorni. Quasi un centinaio di migranti sono già risultati positivi al coronavirus, tra cui 26 bengalesi la cui presenza ha scatenato fortissime proteste.

“Senza la Lega al governo, e con Pd-5Stelle che vogliono smantellare i Decreti sicurezza, i trafficanti di esseri umani festeggiano e lavorano a pieno regime” sottolinea Salvini che evidenzia: “Calano gli sbarchi verso Grecia e Spagna (che erano aumentati quando l’Italia aveva chiuso i porti) e sulle nostre coste arrivano decine di immigrati positivi al Covid. Non si parla più di ricollocamenti, di espulsioni, di morti in mare, di corridoi umanitari o di accordo di Malta. Vogliono trasformarci nel campo profughi e nel lazzaretto d’Europa: questo governo mette in pericolo l’Italia”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Giancarlo Coraggio è il nuovo presidente della Corte costituzionale. Napoletano,

Il Sanzio: il Rinascimento e l’Umanesimo sublimati ROMA – La

Le Borse europee sono nervose per l’espandersi del coronavirus non

“Lectio” interattiva del Banchiere scrittore, su invito del co-fondatore Professor

“Ancora arresti a Hong Kong: tre ragazzi e una ragazza,

«Basta detenuti mafiosi nella nostra regione e via a un

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.