HomeattualitàSe sapremo cambiare, se VORREMO cambiare, ci aspetta una lunga, lunga marcia

Se sapremo cambiare, se VORREMO cambiare, ci aspetta una lunga, lunga marcia

Ma dovremo avere ben chiara la strada da percorrere, i valori che ci informano e ci infondono l’energia necessaria per affrontare sacrifici enormi.
Io sono disposto a stringere i denti, a sopportare ancora tante sofferenze e tante attese per una democrazia che aumenti con il crescere della consapevolezza collettiva, della condivisione degli sforzi e delle responsabilità, della costruzione di un’intelligenza collettiva e critica che rifiuti il mito del capo a tutti i costi ed accetti la sfida dell’autonomia vera, bella a dirsi e più difficile a conquistarsi.
E sono sicuro che tanti e tanti altri sarebbero pronti a condividere tale tentativo.
E ricordo a me stesso che le imprese più belle da compiere son quelle che si considerano impossibili.
Come la “lunga marcia” che, iniziata il 16 ottobre 1934 dall’Armata Rossa Cinese, si concluse il 22 ottobre 1935, dopo più di un anno, permettendo però alla Rivoluzione di concretizzarsi negli anni a venire.   NICOLA MORRA

giornalista per un giorno

Articoli popolari