Vaccinazioni in carcere senza stop, lo dice il ministro Cartabia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
cartabia

Prosegue la campagna vaccinale nelle carceri, vaccinato sia il personale che i detenuti. Lo conferma il ministro della Giustizia Cartabia.

Il ministro della Giustizia Marta Cartabia, citando una comunicazione del generale Francesco Figliuolo, afferma che la campagna vaccinale nelle carceri italiane proseguirà “senza interruzione”. Il guardasigilli lo ha detto partecipando alla cerimonia di intitolazione della Casa circondariale di Bergamo all’ex cappellano don Fausto Resmini.

“Siamo chiamati a farci carico prioritariamente della salute di chi opera nel carcere e di chi nel carcere è ospitato, per proteggere tutta la comunità carceraria”, ha affermato il ministro.

“Occorre procedere con le vaccinazioni e a questo scopo il Capo del dipartimento penitenziario, dott. Bernardo Petralia e io stessa, siamo in continuo contatto con le autorità competenti perché la campagna vaccinale non subisca interruzioni fino al suo completamento. Desidero rassicurare tutti su questo punto, anche quanti negli ultimi giorni avevano nutrito preoccupazioni a riguardo”, ha sottolineato il ministro della Giustizia.

Dati Covid nelle carceri italiane

Per quanto riguarda i contagi nelle carceri, il ministro Cartabia ricorda che a livello nazionale sono risultati positivi 737 detenuti e 478 agenti di Polizia penitenziaria, oltre a 41 addetti alle funzioni centrali.

Nel piano vaccinale, invece, sono stati coinvolti 9.624 detenuti e 16.819 agenti di polizia, più 1.780 addetti alle funzioni centrali.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

ROMA – La UIL – Unione Italiana del Lavoro in

Sono state messe a disposizione dai Vigili del fuoco di

Dopo Firenze e Pisa, da lunedì riapriranno le biglietterie ferroviarie

Sabato 27 giugno alle ore 11, è stato possibile organizzare

viola

Le varianti del virus non sono una novità, ormai lo

Il centro storico di Tarquinia improvvisamente animato da etruschi a

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.