Vitalizi: Schifani (FI), quando li tagliai M5S esisteva appena

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
schifani

“In tema di ‘vitalizi’ abbiamo ben poco da imparare dal M5S, che pure ha scelto questo argomento come vessillo della sua perenne guerra campale. E’ infatti doveroso ricordare che i vitalizi propriamente detti sono stati aboliti nel 2012 quando, da presidente del Senato, portai a conclusione la relativa riforma in regime di autodichia. In quel periodo i 5 Stelle esistevano appena”. Cosi’ il senatore di Forza Italia, Renato Schifani. “Quell’intervento – prosegue – ricondusse il trattamento previdenziale dei senatori nell’alveo del sistema contributivo, segnando cosi’ il passaggio dai vitalizi propriamente detti alle alle pensioni parlamentari. Furono peraltro stabiliti il blocco dell’adeguamento dell’indennita’ dei senatori, oltre che dei loro vitalizi, il taglio delle pensioni d’oro, una serie di ulteriori risparmi di spesa, nonche’ la possibilita’ di percepire la pensione non prima dei 60 anni per gli ex parlamentari in carica per piu’ di una intera legislatura, e non prima dei 65 anni per chi e’ stato in carica una sola, intera, legislatura. La battaglia del Movimento 5 Stelle per l’applicazione retroattiva di questo regime e’ senz’altro suggestiva, ma inevitabilmente destinata a scontrarsi con il principio dei diritti quesiti costituzionalmente riconosciuti. Questi i fatti, il resto e’ pura demagogia”, conclude.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

vino

AGRICOLTURA. MU.VIN., MUSEO DEL VINO DI VERONA. CANER: “INIZIATIVA NELLO

La pittura inconfondibile di Amedeo Modigliani parla francese ma anche

Partito della Rifondazione Comunista Si riaprirà formalmente il 3 ottobre,

“Non so se l’eventuale fallimento della raccolta firme per il

Nei dati dell’Osservatorio precariato Inps 2019, il totale dei nuovi

Roma – Dichiarazione di Maurizio Turco, Segretario del Partito Radicale:

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.