HomeRegioniemilia romagnaWelfare. Lisei (Fdi): un Piano di Assistenza Personalizzato per le persone fragili

Welfare. Lisei (Fdi): un Piano di Assistenza Personalizzato per le persone fragili

Una risoluzione propone importanti novità in tema di disabilità

La Regione realizzi un Piano di assistenza personalizzato (Pap) per aiutare le persone diversamente abili.

A chiederlo, in una risoluzione, sono Marco Lisei, primo firmatario, e Michele Barcaiuolo (Fdi), che chiariscono quali dovrebbero essere i punti di questo progetto: accesso dai 18 anni fino al mantenimento delle condizioni di indipendenza; contributo mensile, per 12 mensilità, da un minimo di 1.000 euro fino ad un massimo di 2000 euro; richiesta per l’accesso al contributo da parte del diretto interessato o da un suo familiare.

Il distretto sanitario competente per territorio costituirà l’Unità di valutazione multidisciplinare (Uvm) ovvero un’articolazione operativa della zona-distretto ed è composta da un medico di distretto, un assistente sociale e un infermiere professionale.

“La Uvm è di volta in volta integrata dal medico di medicina generale della persona sottoposta a valutazione. La UVM, inoltre, in relazione ai  casi  in  esame,  è integrata dalle professionalità specialistiche, sociali e sanitarie, e dagli operatori coinvolti nella valutazione ritenuti necessari. La Uvm può ascoltare, su richiesta, le persone oggetto della valutazione o i loro familiari e riceverne memorie scritte”, spiegano i consiglieri, per i quali “l’assistente dovrà essere assunto e assicurato dal percettore del contributo e scelto fra figure non rientranti nell’ambito familiare; sarà inoltre compito del percettore rendicontare mensilmente, tramite busta paga, assegno o bonifico che attesti il pagamento della retribuzione spettante”.

Da qui la risoluzione di Lisei e Barcaiuolo per impegnare la Giunta “al fine di garantire fattivamente alle persone con disabilità il pieno diritto a condurre una vita sempre più libera e inclusiva all’interno della società, a integrare la normativa regionale sulle ‘non autosufficienze’ attraverso la realizzazione di un Piano di Assistenza Personalizzato che accolga le proposte”.

(Luca Molinari)

giornalista per un giorno

Articoli popolari