HomeesteroZARIFA GHAFARI: NESSUNA PISTOLA AVRA’ MAI IL POTERE DELLA MIA VOCE

ZARIFA GHAFARI: NESSUNA PISTOLA AVRA’ MAI IL POTERE DELLA MIA VOCE

Zafira Ghafari ha ventinove anni ed è la sindaca più giovane dell’Afghanistan.

Zafira è stata nominata a soli 26 anni dal presidente Ashraf Ghani, dopo una selezione durissima in cui lei era l’unica donna tra 138 candidati.
Da sempre in prima linea per i diritti delle donne, Zafira è una delle poche donne ad aver mai ricoperto un incarico governativo nella città ultra conservatrice di Maidan Shar.
La sua tenacia è stata riconosciuta anche a livello internazionale. Nel 2019 la Bbc l’ha inserita nella lista delle 100 donne più influenti del mondo e dal 2020 è una delle “Donne internazionali del coraggio” elette dagli Stati Uniti d’America.
Negli ultimi mesi, quando i Talebani guadagnavano sempre più potere e avanzavano verso la capitale, le era stato assegnato anche un lavoro al ministero della Difesa a Kabul, con il compito di occuparsi dei soldati e dei civili feriti in attacchi terroristici.
Ora Zarifa teme per la sua vita. È dovuta fuggire dai talebani, dal 2018 ad oggi è stata bersaglio di almeno sei tentativi di omicidio.
La sindaca ha raggiunto l’aeroporto di Kabul il 18 agosto scorso, nascosta in un’automobile, e con l’aiuto dell’ambasciatore turco è riuscita a salire su un volo per Istanbul. “Il giorno della caduta di Kabul è stato il peggiore della mia vita”, ha detto alla Bbc. Zafira è pronta a trattare con i talebani, ma sottolinea di non fidarsi di loro specialmente per quanto riguarda i diritti delle donne.
Spera un giorno di potere tornare a casa e riportare “un piccolo pugno di sabbia che ho preso nel mio paese al luogo cui veramente appartiene”.
Da pochi giorni è atterrata con la sua famiglia in Germania all’aeroporto di Colonia-Bonn. Lo ha reso noto la cancelleria del Nordreno-Vestfalia.
Zarifa ha detto: “La mia voce ha un potere che nessuna pistola ha” e tutto il mondo ammira il suo impegno civile nella lotta per l’attivismo femminista contro ogni forma di discriminazione.
Chiara Magrì

Articoli popolari

Banner 300 x 600