38.419 anime conteneva quello stadio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
67407741_2345353275677378_4021944677488918528_n

Nel giorno dell’ultima partita ad Highbury, a pochi minuti dalla fine del Match, mi inginocchiai vicino la bandierina del calcio d’angolo. Da lì, si poteva ammirare il tramonto più bello di Londra.
Erano gli ultimi istanti di vita di quell’impianto. Lo guardai tutto. Dentro di me ero triste. Mi sono fermato 10 secondi, ed ho sentito tutto il battito di quello Stadio. Quei muri, quei ciuffi d’erba, ogni singola cosa era poesia.
In quell’istante si alzò una piccola brezza, un vento caldo, che mi rasserenò l’anima.
Dentro di me dissi: “Saluta la tua casa Thierry, non la rivedrai più”.
Vorrei tornare anche solo per un istante, a quel 7 Maggio del 2006, per poter rivivere quelle sensazioni. Credetemi non c’è niente di meglio al mondo”.

[Thierry Henry]                                                                                                                                         fonte calcio totale facebook

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

In un periodo come quello che sta vivendo l’intero Paese,

L’ alternative record label White Dolphin Records presenta la nuova

Il passaggio di alcuni esponenti del Movimento 5 stelle alla

Essere Animali lancia il primo sito internet attivo in Italia

Alla luce degli incontri di aperto confronto promossi con tutte

Wimbledon in bilico. Un dirigente di primo piano del tennis

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.