ALITALIA: DOPO CHIUSURA INDAGINI CODACONS CHIAMA A RACCOLTA GLI AZIONISTI

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
alitalia

AL VIA CLASS ACTION PER RECUPERARE PERDITE CAUSATE DA MALA-GESTIONE DELLA COMPAGNIA

TUTTI GLI AZIONISTI ALITALIA POSSONO ADERIRE ALL’AZIONE COLLETTIVA SUL SITO WWW.CODACONS.IT

Dopo la decisione della Procura della Repubblica di Civitavecchia di chiudere le indagini sulla gestione di Alitalia Sai con 21 indagati eccellenti tra componenti del consiglio di amministrazione, consulenti e commissari, oltre alla stessa Alitalia come ente responsabile, il Codacons chiama a raccolta gli azionisti Alitalia di tutta Italia lanciando oggi una azione risarcitoria collettiva.
Come noto tra il 2014 e il 2017 la gestione scriteriata della compagnia aerea avrebbe condotto la società al commissariamento, configurando i possibili reati di bancarotta fraudolenta aggravata, false comunicazioni sociali e ostacolo alle funzioni di vigilanza. Una situazione che ha trascinato nel baratro migliaia di piccoli azionisti che avevano investito i propri risparmi in titoli Alitalia e che hanno visto i propri soldi andare in fumo.
Per tale motivo il Codacons ha deciso di scendere in campo e tutelare tutti gli azionisti Alitalia allo scopo di far ottenere loro il ristoro delle perdite di valore del pacchetto azionario. A partire da oggi alla pagina tutti i risparmiatori Alitalia possono aderire all’azione collettiva avviata dall’associazione e scaricare sia la nomina di persona offesa da inviare alla Procura – atto che consente di segnalare la propria posizione e, successivamente, effettuare la costituzione di parte civile in un eventuale processo – sia una richiesta di documentazione ex artt. 117 e 119 T.U.B. da inviare alla banca presso la quale si è acquistato il titolo Alitalia, per poter valutare eventuali illegittimità compiute anche dagli istituti di credito che hanno collocato i titoli della società.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

CODACONS: NON BASTANO GIGA, ANCHE TELEFONATE DEVONO ESSERE GRATUITE. VIGILEREMO

capone

“Sono ancora 1,2 milioni i lavoratori in attesa di ricevere

boschi

Un accordo è possibile sul ddl Zan, dice Renzi. In

Un anno fa, il 27 giugno 2018, in 173 piazze

Aumentano di circa 600 le corse sulle linee più frequentate

Sul ddl Zan “vedremo martedì 6 luglio se ci sarà

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.