HomeattualitàCaso Open, Renzi: "Io so di non aver violato la legge, a...

Caso Open, Renzi: “Io so di non aver violato la legge, a differenza di alcuni investigatori”

No. I soldi delle mascherine sono degli italiani, delle tasse, se qualcuno ha rubato è uno sciacallo. Io faccio conferenze che sono permesse dalla legge, se domani le vietano ne prendo atto”

In questo modo Matteo Renzi risponde alla domanda di Massimo Giletti in merito ai soldi provenienti dall’Arabia.

Ospite nella puntata serale di Non è l’Arena su La7, il leader di Italia affronta la vicenda che lo vede protagonista: il caso Open. “Io sono certo di non aver violato la legge, ma complotto o no alcuni investigatori hanno violato la legge e la Costituzione“, precisa il leader di Italia Viva, che poi non risparmia una stoccata a Pier Luigi Bersani: “A Bersani dico che prima di parlare di me dovrebbe dire come mai lui prendeva soldi, legittimi, da Riva a Taranto. Io i soldi non li ho presi da Riva come ha fatto Bersani, li ho portato con il mio governo per sistemare Taranto. Bersani dovrebbe prima spiegare cosa ha fatto lui, sia a Taranto che nella gestione del partito, quando era segretario e costava un sacco di soldi, con centinaia di persone assunte, e c’era il finanziamento pubblico“.

Quanto alla linea ‘dura’ di Conte e del M5s di non recarsi più in canali Rai dopo le nomine dei direttori, l’ex premier sottolinea: “Una grandissima notizia per la Rai, aumenterà lo share senza Conte. Il M5S sette anni fa diceva no alla lottizzazione, oggi il M5s si lamenta perché non ha partecipato alla lottizzazione. Tutte le volte che Conte fa una uscita da leader M5s è più facile che il M5S si distrugga prima della legislatura“.

giornalista per un giorno

Articoli popolari