Coronavirus: Cgil, milioni di lavoratori in cassa, accelerare erogazione ammortizzatori

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
scipoero

Roma  – “Una situazione inedita per il nostro Paese: sono quasi 7 milioni le lavoratrici e i lavoratori beneficiari di cassa integrazione o assegno ordinario per l’emergenza Covid 19, ai quali vanno aggiunti quelli in cassa in deroga. É urgente accelerare con l’erogazione degli ammortizzatori, non possiamo perder tempo, la situazione è preoccupante”. Così la segretaria confederale della Cgil, Tania Scacchetti commenta i dati diffusi oggi dall’Inps.

“É evidente – prosegue la dirigente sindacale – lo sforzo organizzativo dell’Istituto nazionale di previdenza sociale. Sono da velocizzare, i tempi di lavorazione ed erogazione dei pagamenti di Cigo e Fis erogati direttamente dall’Istituto, anche se rassicura l’alto numero di pratiche già lavorare. É invece più preoccupante il dato relativo alla cassa integrazione in deroga, su 64.175 domande decretate dalle regioni ne sono state autorizzate solo 22.936. Purtroppo, non tutte le regioni hanno già emanato tutti i decreti”.

Per Scacchetti “serve accelerare la decretazione delle domande e rafforzare la risposta per garantire il reddito nel più breve tempo possibile, considerato anche il prolungamento, ormai scontato, degli ammortizzatori sociali. I lavoratori purtroppo – aggiunge – scontano anche le difficoltà nell’applicazione dell’accordo sottoscritto con le banche per l’anticipo del trattamento della cassa integrazione”. “Troppi lavoratori – conclude la segretaria confederale – iniziano ad essere in reale difficoltà per il pagamento dell’affitto, delle bollette e addirittura per la spesa alimentare, non possono più aspettare”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

parco

TURISMO VERDE NEI PARCHI DEL LAGO DI CANDIA E COLLE

Per entrambe le cose esistono persone e organismi preposti e

spirli

«Le delibere relative ai rimborsi dell’Asp di Reggio a favore

Fu deposto con l’uso della forza l’11 settembre del 1973

pittura grande guerra

Grande Guerra: Zanin a cerimonia Udine, ritrovare valori Milite ignoto

Ditemi voi se questa è politica seria. Sto parlando del

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.