Coronavirus, il Portogallo regolarizza tutti gli immigrati in attesa di permesso di soggiorno

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
costa..

Il governo del Portogallo ha deciso la regolarizzazione immediata di tutti gli immigrati in attesa di permesso di soggiorno. La decisione è stata presa nell’ultimo Consiglio dei ministri e si accompagna ad altre misure sociali ed economiche per alleviare le conseguenze dell’epidemia di coronavirus , che ha costretto il governo guidato dal socialista Antonio Costa (sostenuto dai comunisti), a dichiarare lo stato di emergenza nel paese. Gli immigrati avranno dunque gli stessi diritti di tutti i cittadini, portoghesi se hanno già avviato le procedure per richiedere il permesso di soggiorno.

All’inizio dell’epidemia, nella prima settimana di marzo, il contagio di un lavoratore nepalese nelle serre dell’Algarve, nel sud del Portogallo, ha fatto scattare l’allarme. Durante la notte, un gruppo di 79 nepalesi è stato confinato in una scuola tra lo stupore dei lavoratori. Alcuni sono fuggiti, credendo di essere stati arrestati o che sarebbero stati rimpatriati, ma alla fine è stato spiegato loro che il motivo di quella iniziativa era la tutela della loro salute. Due settimane dopo, solo 18 di loro sono ancora isolati nella scuola – approfittando della sospensione delle attività scolastiche – in quanto erano gli unici a essere risultati positivi al Covid-19. Gli altri colleghi sono tornati nelle serre, poiché se non lavorano non vengono pagati.

Il rilascio del permesso di soggiorno non è generale, ma solo per gli stranieri che lo hanno già richiesto e cerca di risolvere un problema burocratico creato dallo stesso stato di emergenza, come la chiusura di molti servizi pubblici, compresi i servizi per l’immigrazione. Alcuni immigrati che avevano un appuntamento in questi giorni hanno sono stati impossibilitati a risolvere le loro istanze. La misura entra in vigore retroattivamente, dal 18 marzo, data in cui lo stato di emergenza è stato dichiarato nel paese. Anche tutte le autorizzazioni scadute durante questo periodo verranno automaticamente rinnovate.

La semplice prova della domanda viene utilizzata per avvalersi del Servizio sanitario nazionale, per firmare contratti di lavoro, per aprire conti correnti o richiedere il sussidio straordinario approvato per i lavoratori che devono rimanere a casa per prendersi cura di bambini, genitori o nonni.

La misura favorisce principalmente la forte comunità brasiliana – 150.000 su un totale di mezzo milione -, i settori dell’edilizia e dell’agricoltura, con molta manodopera asiatica nel sud del paese. Il governo non ha fornito dati su quanti stranieri trarranno beneficio da questa misura.

“In questo momento è importante garantire i diritti dei più deboli, come gli immigrati. Garantire l’accesso dei cittadini migranti alla salute, alla sicurezza sociale, alla stabilità occupazionale e abitativa è un dovere di una società attenza e sensibile in tempi di crisi”, ha detto al quotidiano Público il ministro degli Affari interni, il socialista Eduardo Cabrita.

Fortebraccio News

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

NAPOLI – Torna la rassegna dell’Assessorato ai Giovani del Comune

minori

Emerge una nuova forma di povertà educativa, quella digitale: secondo

salvini

“Le mie magari sono parole scomode. A Capodanno bisogna magari

Giovedì 5 marzo è stato pubblicato il bando di vendita

All’ospedale Santa Chiara di Trento prende sempre più piede la

cartabellotta

“Il nostro tallone d’Achille in questo momento è rappresentato dai

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.