Dal pubblico si levavano grida disperate

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
berlinguer

“Basta!”, “Enrico, basta!”.
Avevano capito che c’era qualcosa che non andava. Avevano capito che stava male.

Ma Enrico Berlinguer non si fermava. A fatica, ma continuava a parlare. Continuava a parlare alla gente, al popolo.

“Lavorate tutti casa per casa, azienda per azienda, strada per strada, dialogando con i cittadini, con la fiducia per le battaglie che abbiamo fatto, per le proposte che presentiamo, per quello che siamo stati e siamo, è possibile conquistare nuovi e più vasti consensi alle nostre liste, alla nostra causa, che è la causa della pace, della libertà, del lavoro, del progresso della nostra civiltà!”.

Fu il suo ultimo discorso.
L’ultimo discorso di uno dei più grandi italiani del secolo scorso. Di un uomo buono, sincero, corretto. Che non mollò mai. Mai. Neanche in quel momento. Perché prima di tutto c’erano i principi, i valori. I suoi valori.

I nostri valori.

Perché anche se Enrico Berlinguer non c’è più, le sue idee, la sua forza e il suo coraggio vivono dentro di noi.

E questo è un qualcosa che non dimenticheremo mai.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

sileri

E’ verosimile che la variante delta ci costringerà a rimodulare

Dante a Verona 1321-2021 Presentazione del programma di eventi e

A Palazzo Chigi non c’è un governo ma un gruppo

E’ accaduto a Napoli, sabato notte, Giuseppe ha impugnato una

Una sentenza storica che evidenzia, nel merito e nel metodo,

damiano

Semplificare il Codice degli appalti per velocizzare i cantieri, è

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.