HomesportDanzare nell'acqua con il nuoto sincronizzato

Danzare nell’acqua con il nuoto sincronizzato

Complimenti alle nostre azzurre di nuoto sincronizzato che, ieri, hanno vinto il torneo di qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo

Non vediamo l’ora di ammirarvi in Giappone, siamo tutti orgogliosi di voi!

Nel team free le azzurre ottengono 93.2332 punti (27.9000 per l’esecuzione, 37.3332 per l’impressione artistica e 28.000 per le difficoltà). Con l’esercizio tecnico venerdì avevano già guadagnato la prima posizione (90.7917) che hanno brillantemente confermato. Alle loro spalle la Spagna con 182.5206 e la Grecia terza con 175.9000.
Le azzurre incantano, volano e commuovono nell’esercizio “Le Guerriere”, con la coreografia di Anastasia Ermakova e la musica “Final Fight” del sopraffino autore partenopeo Antongiulio Frulio, che vanta collaborazioni con Marina Rei, Niccolo Fabi, Roberto Pregadio, Riccardo Sinigallia, Tiromancino, PierCortese, Tony Esposito, Mauro di Domenico, Nino D’Angelo e Giorgia. Dopo questi due anni che hanno messo in ginocchio il mondo intero, le azzurre hanno voluto rappresentare la forza che tutti hanno dimostrato per rialzarsi come guerrieri, dando un segnale di speranza per il domani.

Futuro che per l’ItalSincro è il sogno Tokyo che si realizza.

Dieci le convocate dal direttore tecnico delle squadre nazionali Patrizia Giallombardo: Beatrice Callegari (Marina Militare e Montebelluna Nuoto), Domiziana Cavanna (Fiamme Oro e RN Savona), Linda Cerruti (RN Savona e Marina Militare), Francesca Deidda (Fiamme Oro e Promogest), Costanza Di Camillo (Marina Militare e RN Savona), Costanza Ferro (RN Savona e Marina Militare), Gemma Galli (Marina Militare e Busto Nuoto), Federica Sala (RN Savona), Alessia Pezone (Aurelia N eFiamme Oro), Enrica Piccoli (Montebelluna e Fiamme Oro).

Completano lo staff il consigliere federale Antonio De Pascale, il tecnico responsabile degli esercizi di squadra Roberta Farinelli, l’assistente Rossella Pibiri, il medico di settore Gianfranco Colombo, la fisioterapista Sara Lupo, il giudice Paolo Menin.

Giuseppe Nunziato Belcastro

giornalista per un giorno

Articoli popolari