Ecco il Teatro Lirico intitolato a Giorgio Gaber

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
gaber

L’attesa è stata più lunga di quanto avremmo voluto (il ritrovamento dell’amianto e il Covid non sono stati imprevisti di poco conto…)

Ma la vista di questo gioiello e il pensiero dei milanesi che torneranno, anche qui, a respirare cultura ripaga degli sforzi di questi anni e riempie di orgoglio. Un orgoglio, voglio dirlo, soprattutto nostro: dei nostri ingegneri, dei nostri architetti, dei nostri geometri e di tutti gli uomini e le donne che hanno lavorato senza sosta per restituire il Lirico alla città.
Questo teatro è un vero tuffo nella storia di Milano, ma oggi è anche una visione di modernità tecnologica e sostenibilità ambientale. E io non vedo l’ora che i cittadini e le cittadine vengano a visitarlo a settembre, in occasione dell’open day che stiamo preparando per loro. Ma più di tutto aspetterò la Prima, sarà un segnale di rinascita e ripartenza. Per questo luogo, per la cultura, per Milano.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

La percezione dei trentini, che si sono “lamentati” per una

A pochi chilometri dal confine italiano di Tarvisio (UD), la

covid 19

Covid-19, il microbiologo Crisanti: “Fare il test a tutti i

migliore

«Al momento vedo solo polemiche stucchevoli su perimetri». E il

Che qualcuno, tra gli insegnanti, si rifiutasse di sottoporsi al

alitalia

IRAN: CODACONS CHIEDE AD ALITALIA DI SOSPENDERE VOLI SU SPAZIO

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.