Il documento politico di Forza Italia ribadisce: nessun sostegno al Conte-bis

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
forzaitalia

Forza Italia “deve restare un grande partito nazionale, pur nel quadro della giusta valorizzazione della dimensione e dell’autonomia regionale e dei principi di sussidiarietà”. È quanto si legge nel documento di Fi, apprende l’Adnkronos, che sarò presentato stasera alle riunioni dei gruppi parlamentare azzurri alla Camera e al Senato. Il testo, fortemente sponsorizzato da Niccolò Ghedini e Gianni Letta anche con telefonate mirate a singoli parlamentari, verrà sottoposto all’attenzione dei deputati e senatori azzurri per la firma. Si raccomanda, dunque, a tutti gli azzurri di mettere da parte ogni divisione interna: ”Riteniamo dunque fondamentale, mai come adesso, mantenere l’unità del gruppo di Forza Italia guardando all’unico obiettivo di tornare al governo del Paese”, come più volte chiesto dal leader Silvio Berlusconi. Forza Italia assicura che non garantirà mai nessuna ”forma di sostegno” al Conte bis. Il partito azzurro ”rimane”, come “ribadito a più riprese dal presidente Berlusconi”, il “perno essenziale dell’alternativa alla sinistra e, nella stringente attualità, ribadisce la sua natura intrinsecamente antitetica e inconciliabile al governo delle quattro sinistre”. E’ uno dei passaggi del documento politico che sarà presentato dai capigruppo di Camera e Senato, Maria Stella Gelmini e Anna Maria Bernini, alle rispettive riunioni dei gruppi parlamentari, convocate per fare il punto della situazione sulla strategia dell’opposizione al governo giallorosso in vista delle prossime regionali.
Forza Italia chiede rispetto reciproco agli alleati

Il testo verrà sottoposto all’attenzione dei deputati e senatori azzurri per la firma. L’obiettivo è ricompattare partito e gruppi attorno alla linea comune, indicata dal leader Silvio Berlusconi. Fi, dunque, perno centrale dell’alternativa a Pd e Matteo Renzi. ”Riteniamo, di conseguenza – si legge ancora nel documento – un grave pericolo l’attuale maggioranza a sostegno del governo e condividiamo quindi totalmente le parole espresse con nettezza dal presidente Berlusconi nell’intervista al Corriere della Sera del 20 settembre 2019 nella quale si afferma che qualunque forma di sostegno verso questo governo è e sarà del tutto impossibile. Insomma, Forza Italia non deve cedere né alle lusinghe di presunti centrini, né lasciare il campo libero a forze scissioniste che velleitariamente ambiscono a sottrarci consenso, nella speranza di poter rappresentare la gamba moderata dell’alleanza di centro-destra”. Questo un altro dei passaggi, in cui si mette in guardia dalle sirene centriste e dal fuoco amico. Per quanto riguarda le imminenti elezioni amministrative, ”Vista l’imminente stagione elettorale nella quale andranno al voto nove regioni, è urgente ed importante che siano ristabiliti all’interno della coalizione rispetto reciproco e modalità di interlocuzione organica ad ogni livello, locale e nazionale, sia di partito che di gruppi parlamentari, regionali e comunali”, si legge ancora nel documento politico di Forza Italia.                                                                                                             fonte https://www.secoloditalia.it

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

prestipino PD

Faccio un appello accorato a tutte le Democratiche: aiutiamo il

Con queste parole l’ex presidente della corte costituzionale Giovanni Maria

Al Santa Maria della Pietà c’è “Educata-Mente” il primo meeting

Leggo che in queste ora una trasmissione televisiva di un’emittente

L’ex governatore: “L’errore è stato fatto a Roma, non so

Il presidente uscente della Puglia, Michele Emiliano, è intervenuto ieri

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.