IL GENERALE FRANCESCO PAOLO FIGLIUOLO NUOVO COMMISSARIO PER LA LOTTA AL COVID

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
tonoli ivano

IL GENERALE FRANCESCO PAOLO FIGLIUOLO NUOVO COMMISSARIO PER LA LOTTA AL COVID: IL PLAUSO DI UNIONE CATTOLICA E CONFEDES

IL SEGRETARIO IVANO TONOLI: PLAUDO E PLAUDIAMO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MARIO DRAGHI PER LA PRESTIGIOSA NOMINA CHE CONSENTE ALL’ITALIA DI ARCHIVIARE LA DISASTROSA E TROPPO LUNGA STAGIONE GRILLINA DI ARCURI

IL CONTRASTO ALLA PANDEMIA DEVE COINCIDERE CON IL RILANCIO INDUSTRIALE DEL NOSTRO PAESE, CHE DEVE RECUPERARE LA PROPRIA TOTALE INDIPENDENZA PRODUTTIVA E DI RICERCA VACCINALE, BIOMEDICALE E FARMACEUTICA

DA SEMPRE SIAMO CONVINTI DELLO STRATEGICO APPORTO CHE I NOSTRI STRAORDINARI MILITARI POSSONO ATTUARE A BENEFICIO DEL PROGRESSO CIVILE, economico e sociale della Nazione

Il Partito politico Unione Cattolica e la confederazione datoriale e sindacale Confedes plaudono al presidente del Consiglio dei Ministri Professor Mario Draghi per la prestigiosa nomina conferita al Generale Francesco Paolo Figliuolo a nuovo Commissario nazionale per le strategie di lotta al covid.

Un provvedimento che permette al nostro Paese di voltare finalmente pagina e di archiviare la troppo lunga stagione grillina di Arcuri, l’ex commissario che ha causato l’eccessiva se non totale dipendenza dell’Italia dai capricci delle forniture asiatiche.

Il contrasto al coronavirus deve rappresentare l’occasione per coniugare l’efficace, tempestiva e puntuale difesa della salute degli Italiani con un organico piano di rilancio industriale che ci restituisca piena indipendenza nei settori della ricerca applicata e dell’industria farmaceutica, vaccinale e biomedicale, con lo sviluppo di produzioni autoctone di mascherine ffp2, guanti, idrogel e prodotti antivirali strategici anche al fine di riconvertire in maniera funzionale e sostenibile le attività e i settori messi in crisi dalla pandemia e dalla cattivissima gestione di Conte.

Auguriamo pertanto al Generale Francesco Paolo Figliuolo un certamente ottimo eccellente lavoro, che rifletterà in modo indubbio le straordinarie qualità umane, professionali e di elaborazione strategica evidenziate da questo Alto Ufficiale Militare nelle precedenti esperienze al comando della missione in Afghanistan e delle Forze della NATO nel Kosovo.

Il settore delle Forze armate rappresenta per noi, Cattolici uniti, una risorsa molto preziosa per concorrere al progresso civile, economico e sociale della Nazione, grazie alle doti di rigore negli obiettivi e di autentica dedizione alla Patria espresse in concreto nella gestione e per il superamento delle fasi emergenziali vissute dall’Italia e dal Popolo Italiano.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

nave

Torna la battaglia sulle Grandi Navi nella Laguna A Venezia

“Ricordo che la dichiarazione dello stato di emergenza, ma questa

Che oggi faccia il test del coronavirus e che risulti

bassetti

“Le scuole devono riprendere anche in zona rossa, perché i

Da questa strategia pluriennale, ma subito vincente, che accomuna risparmio

rossi

Speriamo solo che non sia troppo tardi per fermare il

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.