Il Papa riceve il presidente della Repubblica del Kenya

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
papa francesco

Relazioni bilaterali e aspetti di rilevanza globale quali la pandemia, la tutela ambientale e la questione rifugiati. Tanti i temi che hanno segnato l’udienza in Vaticano del leader del Paese africano
Gabriella Ceraso – Città del Vaticano

Il Papa ha ricevuto questa mattina in udienza Uhuru Muigai Kenyatta, presidente della Repubblica del Kenya, il quale ha poi incontrato, in Segreteria di Stato il cardinale Pietro Parolin e monsignor Paul Richard Gallagher Segretario per i Rapporti con gli Stati.

“Nel corso dei colloqui – fa sapere la Sala Stampa vaticana – sono state evidenziate le buone relazioni bilaterali esistenti. In tale contesto, non si è mancato di sottolineare il contributo della Chiesa cattolica al bene della società keniota, con particolare riferimento all’ambito educativo e sanitario. Nel proseguio dei colloqui ci si è soffermati anche sulla situazione attuale del Paese e sul contributo che esso può portare al multilateralismo sia a livello continentale che internazionale. Sono stati pure trattati temi di comune interesse, tra i quali l’emergenza pandemica nella Regione, i cambiamenti climatici e la questione dei rifugiati”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

L’emergenza coronavirus sta mettendo a dura prova la tenuta della

MINORE SPESA FINO A 250 EURO A FAMIGLIA. ASSOCIAZIONE FAVOREVOLE

La Winter Race più a sud d’Europa, svoltasi nelle giornate

cacciari

“Credo che questi Presidenti di Regione siano in una sorta

È quanto emerge dal nuovo Dossier 2021 dell’Inail online a

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.