La Cgil sfida il governo: così la riforma delle pensioni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
Pensioni

La Cgil sfida il governo sulla riforma delle pensioni, proponendo alcune misure urgenti e poi una riscrittura universale del sistema. Lo scrive il segretario confederale, Roberto Ghiselli, in un articolo su Pensioni per tutti: “Continueremo a sollecitare il governo a riaprire il tavolo sulla previdenza – afferma -. La nostra idea è chiara: dobbiamo continuare a lavorare per una riforma complessiva del sistema, che parta dal 2022, basata su: flessibilità in uscita da 62 anni o con 41 anni di contributi, la valorizzazione del lavoro di cura e delle donne, riconoscimento dei lavori più faticosi e gravosi, la previdenza per i giovani e la pensione contributiva di garanzia per chi fa lavori discontinui o poveri, come i part-time”.

Nell’immediato, invece, servono “misure urgenti che affrontino con rapidità i temi della proroga degli ammortizzatori sociali e del divieto dei licenziamenti, la riapertura regolare delle attività scolastiche in presenza, la gestione di alcune vertenze aziendali a cui sono legati i destini occupazionali di migliaia di lavoratori ma anche la prospettiva di interi settori economici, come quelli legati alla produzione dell’acciaio e al trasporto aereo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

“Le scuole di ogni ordine e grado di Pescara, dov’è

Consegnate le bandiere gialle della ciclabilità italiana del circuito creato

Il TAR Lazio, SEZ. III BIIS, con SENTENZA N. 8655/2019

Torna in vigore con l’arrivo dell’estate l’ordinanza comunale BELLUNO –

Il Banchiere scrittore dedica un capitolo al due volte stellato

Che ha bisogno di riferimenti saldi e chiari, di una

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.