HomeattualitàLavoriamo per raggiungere l’alleanza, partiamo dal confronto sui programmi”

Lavoriamo per raggiungere l’alleanza, partiamo dal confronto sui programmi”

“Un’intesa tra Pd e M5S per le regionali liguri è auuspicabile, e si sta lavorando perché si concretizzi. E tra i nostri interlocutori del M5S in Parlamento, Regione e Comune ci sono segnali di interesse», spiega la senatrice ligure del Pd, Roberta Pinotti.
Senatrice, la vittoria in Emilia rafforza l`ipotesi di alleanze locali tra Pd e M5S?
«È vero che il contesto emiliano è specifico ma, se guardiamo alla Calabria, ci sono stati tre candidati diversi la cui somma dei voti avrebbe reso contendibile anche quella regione. Credo che di fronte a un campo che si unisce, come la destra, non si possa non pensare a un grande campo dall`altra parte. Ma non è solo questione di somme e numeri».
Anche di contenuti?
«Sono convinta che il governo esca rafforzato, e noi siamo interessati a parlare di temi. Orlando non si riferiva certo a rimpasti di governo: vogliamo prepararci alla verifica di goverro chiesta da Conte. Non c`è arroganza nell`atteggiamento del Pd ma la sfida di rafforzare il governo. Al M5S dico che devono fidarsi, senza la logica di mettere bandierine».
In Liguria ci sono le condizioni per un`imtesa?
«Io la auspico, ci spero e sto lavorando perché questa alleanza sia fattibile. Anche Grillo ha richiamato il Movimento all`esigenza di un progetto alto. Davanti a una destra unita, incapace e pericolosa, serve un unico campo di forze per un progetto riformista».
Nel M5S il voto online ha eletto Salvatore aspirante governatrice. Ma molti grillini liguri sono favorevoli a un`intesa. Ci sono margini?
«Noi dialoghiamo sia a Roma, con gli eletti in Parlamento del M5S, che nei gruooi di Regione e Comune con cui dividiamo l’opposione al centrodestra. E Mi risulta che ci sia molto interesse a ragionare per tenere aperta questa porta. Non trovo preclusioni, anzi: ripsetto il loro dibattito interno ma posso confermare che i nostri interlocutori sono disponibili al confronto».
La comunità di San Benedetto ha indicato nel giornalista Sansa il profilo giusto. Condivide?
«Per rispetto alla persona, e al percorso che si sta facendo, non mi esprimo sui nomi. È una persona stimabile, e credo che le parole della comunità di San Benedetto ne diano atto».
Le Sardine possono aiutarvi anche in Liguria?
«In Emilia hanno dato una grande mano, ridando energia e coraggio e facendo rinascere la voglia di partecipazione. Ma dialoghiamoci rispettando il loro percorso e non mettendoci il cappello sopra».
In Regione si può vincere?
«La partita è aperta, e noi dobbiamo giocarla per vincere. Nel centrodestra c`è un eccesso di sicurezza ma i liguri valuteranno i fatti. E non basteranno i tappeti rossi».

Articoli popolari

Banner 300 x 600